Diritto e Fisco | Articoli

Chi paga il medico legale di parte?

25 Giugno 2021 | Autore:
Chi paga il medico legale di parte?

Consulente tecnico di parte: chi paga la sua parcella? Cos’è la perizia medico legale e a cosa serve? Chi paga il ctu nominato dal giudice?

Le cause si vincono non solo grazie a un buon avvocato ma anche alle prove che si riescono a produrre in giudizio. Testimoni, documenti e perizie possono essere fondamentali per determinare l’esito di un processo. Soprattutto quando in gioco c’è la salute delle persone, la perizia di un medico legale può risultare davvero determinante. Un avvocato, infatti, non ha le competenze per poter valutare i danni alla salute derivanti da una condotta illecita; lo stesso dicasi per il giudice, il quale il più delle volte si affida a un proprio consulente. Con questo articolo spiegheremo chi paga il medico legale di parte.

Come anticipato, il contributo di un medico legale può essere fondamentale, sia per quantificare economicamente il danno biologico subito sia per spiegare come sono avvenuti gli accadimenti. Ad esempio, un medico legale potrebbe spiegare il nesso sussistente tra la presenza di un tetto in eternit e la patologia tumorale sviluppata dalla parte processuale. Il problema, però, è che il medico legale è un professionista come un altro e, pertanto, va pagato. Chi deve provvedere alla parcella del medico legale di parte? Scopriamolo insieme.

Medico legale: di cosa si occupa?

Come spiegato nell’articolo “Medico legale: chi è e cosa fa?“, il medico legale è un dottore laureato in medicina legale. Questa particolare branca si occupa dei rapporti tra ambito medico e giuridico. Ciò vuol dire che il medico legale deve indagare sulle cause di un fatto che è rilevante sia sotto il profilo medico che sotto quello giuridico.

Si pensi al sinistro stradale che provochi lesioni ad uno degli automobilisti coinvolti: in questa circostanza, la vittima incaricherà un medico legale perché accerti l’entità delle ferite riportate al fine di chiedere il risarcimento del danno all’assicurazione.

Medico legale: chi gli conferisce l’incarico?

Il medico legale, come detto, si occupa di scoprire le cause di un fatto che riguarda la salute (o la vita) umana affinché queste possano essere fatte valere in giudizio.

Il medico legale, nel compimento della sua attività, può essere incaricato sia da una parte privata che direttamente dal tribunale. Il frutto del suo lavoro è la perizia medico legale che può essere, rispettivamente, di parte o d’ufficio.

Perizia medico legale: a cosa serve?

La perizia è l’elaborato del medico legale, risultato degli studi compiuti sull’oggetto della sua consulenza.

La perizia medico legale è uno strumento preziosissimo nel processo civile come in quello penale: in essa, infatti, sono spiegate le ragioni di un avvenimento, l’illustrazione scientifica della patologia, il nesso causale tra un fatto (un sinistro stradale, un colpo di pistola, un fendente) e la malattia (lesione, ferita, morte) che esso ha provocato.

Perizia medico legale: quando farla?

Quando fare una perizia medico legale? Una perizia medico legale va commissionata ogni volta che un processo verte sulle condizioni di salute di una persona: pensa alle ferite riportate a seguito di un’aggressione, per le quali la vittima chiedere il ristoro del danno oppure, più semplicemente, alle lesioni personali a seguito di un incidente stradale.

La perizia medico legale è dunque utilissima nei seguenti casi:

  • quando si chiede il risarcimento dei danni a seguito di un illecito (civile o penale) commesso da terze persone, al fine di stabilire se il danno è conseguenza della condotta colpevole e, soprattutto, ai fini della quantificazione concreta del pregiudizio (entità del risarcimento);
  • quando si chiede l’erogazione di prestazioni previdenziali, quali l’indennità di accompagnamento oppure il riconoscimento dei benefici derivanti dalla legge 104;
  • in un processo penale, quando si intende ricostruire la dinamica di un fatto delittuoso (come ad esempio un omicidio), al fine di vederci chiaro in merito alla responsabilità dell’imputato.

Perizia medico legale: che valore ha?

La perizia medico legale, in quanto parere di un professionista, ha sicuramente un valore importante all’interno di un giudizio, ma non decisivo.

Innanzitutto, quando ci si avvale di consulenti di parte, le perizie redatte sono considerate alla stregua di allegazioni difensive: in altre parole, poiché ognuno tira acqua al proprio mulino, le perizie commissionate dalle parti processuali sono sempre favorevoli ad esse; pertanto, il giudice tende a dare loro una considerazione piuttosto limitata.

Diverso invece è il valore della perizia giurata medico legale: in questa circostanza, il professionista, pur se incaricato da una parte, presta giuramento innanzi a un pubblico ufficiale (cancelliere o notaio), assumendosi la responsabilità, civile e penale, di ciò che ha sostenuto nella perizia, col rischio dunque di essere incriminato per falso ideologico nel caso in cui abbia affermato il falso [1].

Ancora maggiore è il valore della ctu (consulenza tecnica d’ufficio) disposta direttamente dal giudice. In questo caso, la perizia del medico legale ha un valore probatorio molto elevato, sia perché l’incarico è stato conferito da persona terza e imparziale (il giudice), sia perché il consulente nominato dall’autorità giudiziaria, se dà parere o interpretazioni mendaci o afferma fatti non conformi al vero, commette un reato punito da due a sei anni di reclusione [2].

Medico legale di parte: chi lo paga?

Veniamo ora al punto cruciale dell’intero articolo: chi paga la parcella del medico legale di parte? Il medico legale è un vero e proprio consulente di parte, quindi deve pagarlo colui che richiede il suo intervento.

Ciò significa che la parte processuale che si avvale del medico legale deve pagare il suo onorario, esattamente come se avviene per il proprio avvocato.

Chi dà incarico a un medico legale gli conferisce un mandato privato che è del tutto simile a quello conferito al legale con la procura; la differenza sta solo nell’oggetto della prestazione: mentre l’avvocato si impegna a seguire la causa, il medico legale si obbliga a redigere la perizia medica.

Con il medico legale, dunque, si instaura un rapporto privato così come avverrebbe con qualsiasi altro professionista. Ecco perché il medico legale di parte lo paga la persona che gli ha conferito l’incarico.

Va infine precisato che, a differenza delle spese legali che seguono il principio della soccombenza (chi perde la causa paga anche l’avvocato di controparte), le spese per il medico legale di parte restano sempre in capo a colui che ha conferito l’incarico al dottore, anche qualora dovesse vincere la causa.

Ciò significa che la parcella del medico legale va sempre pagata dalla parte, anche qualora dovesse risultare vittoriosa al termine del processo.

Medico legale d’ufficio: chi lo paga?

Diverso è il discorso per il medico legale nominato dal giudice, cioè per il consulente tecnico d’ufficio (ctu). Di norma, l’onorario di quest’ultimo è posto dal giudice in capo alla parte soccombente nel giudizio.

Ciò vuol dire che, mentre il consulente tecnico di parte (ctp) è pagato dalla parte processuale, il consulente tecnico d’ufficio (ctu) è invece pagato dalla parte che perde la causa.


note

[1] Art. 483 cod. pen.

[2] Art. 373 cod. pen.

Autore immagine: canva.com/


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube