Diritto e Fisco | Articoli

Quanto tempo prima della scadenza si può rinnovare la patente?

26 Giugno 2021 | Autore:
Quanto tempo prima della scadenza si può rinnovare la patente?

Meglio non correre rischi e rinnovare la patente nei tempi opportuni perché la disattenzione potrebbe costare cara. Se vuoi, puoi anche procedere anticipatamente.

Devi recarti 6 mesi all’estero per lavoro. Per lasciare tutte le tue cose sistemate, hai provveduto ad effettuare la domiciliazione bancaria per il pagamento del canone di locazione e delle bollette delle utenze domestiche, hai fatto avere al commercialista i documenti per la dichiarazione dei redditi, hai disdetto l’assicurazione dell’auto per il periodo di assenza.

Inoltre, vorresti rinnovare in anticipo la tua patente, essendoti accorto che scadrà durante la permanenza all’estero. A tal proposito, quanto tempo prima della scadenza si può rinnovare la patente? È possibile farlo a partire dal quarto mese precedente alla scadenza, seguendo lo stesso iter burocratico previsto per il rinnovo ordinario. La procedura è semplice: devi ottemperare al pagamento di due bollettini postali e devi sottoporti ad un accertamento medico da parte di un sanitario inserito in un apposito elenco stilato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Successivamente, devi attendere che il nuovo permesso di guida arrivi all’indirizzo da te indicato. Rinnovare la patente prima della scadenza ti eviterà di avere grattacapi al rientro perché chi viene sorpreso a guidare con il permesso scaduto è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 158 euro a 639 euro oltre alla sanzione amministrativa accessoria del ritiro della patente [1].

Quanto tempo prima della scadenza si può rinnovare la patente?

La patente può essere rinnovata a partire da 4 mesi prima della data di scadenza riportata sul documento, ovvero dalla data riportata al punto 4b. In sostanza, se il permesso di guida scade nel mese di giugno, la puoi rinnovare in anticipo a partire dal mese di marzo. Non è possibile procedere al rinnovo prima di questo tempo perché il sistema informatico della Motorizzazione civile ne impedisce l’acquisizione dei dati.

Qual è la procedura per il rinnovo della patente in scadenza

La procedura per il rinnovo della patente in scadenza consta di due passaggi fondamentali:

  • il pagamento di due bollettini postali. Ad esempio, se la tua patente appartiene alla categoria B e, quindi, ti abilita a condurre autoveicoli fino a 3,5 tonnellate e motoveicoli fino a 125 cc di cilindrata, devi versare 10,20 euro sul c/c n. 9001, intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri, e 16,00 euro sul c/c n. 4028, a titolo di imposta di bollo. Inoltre, devi considerare le spese postali, pari a 6,80 euro, da pagare in contrassegno al postino al momento della consegna della nuova patente presso la residenza o all’indirizzo da te indicato al momento del rinnovo;
  • la visita medica, che puoi effettuare presso l’Asl (Azienda sanitaria locale) territorialmente competente in base alla residenza, oppure presso i servizi di base del distretto sanitario, i servizi sanitari delle ferrovie dello Stato, i medici militari, i medici appartenenti al corpo nazionale dei vigili del fuoco, alla polizia di Stato, al ministero della Salute e al ministero del Lavoro. Possono svolgere questa attività, se sono autorizzati, anche i medici militari in pensione e gli altri medici non più appartenenti alle strutture indicate, che abbiano fatto, per un certo numero di anni, visite di accertamento psicofisico per patenti.

Rinnovo patente in scadenza: quali documenti sono necessari?

Al momento della visita medica, devi portare:

  • il permesso di guida in scadenza;
  • un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • la tessera sanitaria/codice fiscale;
  • due fotografie formato tessera uguali;
  • le ricevute di pagamento dei bollettini postali di 10,20 euro e di 16,00 euro;
  • la ricevuta di pagamento dei diritti sanitari. A tal proposito, va detto che l’importo varia in base al medico al quale ci si rivolge per la visita. In genere, il costo è compreso tra i 60 euro e i 90 euro;
  • il certificato anamnestico rilasciato dal proprio medico curante in data non anteriore a tre mesi, solo in caso di primo rinnovo;
  • la certificazione per eventuali patologie ed occhiali da vista, qualora tu ne faccia abitualmente uso.

In particolare, se consentito, puoi produrre le fotografie anche in formato digitale (jpeg). Altresì, devi depositare la tua firma, sempre in formato digitale. La fotografia e la firma vengono, poi, riportate sulla nuova patente.

Cosa succede dopo la visita medica

Se la visita medica dà esito positivo, il medico accertatore invia telematicamente alla Motorizzazione civile, i tuoi dati, la foto tessera e la firma, entrambe in formato digitale, e stampa il foglio provvisorio di guida che ti consente di guidare in attesa del nuovo permesso. Detto documento ha una validità di 60 giorni e non può essere utilizzato per guidare all’estero bensì solo sul territorio nazionale.

A questo punto, devi attendere di ricevere la patente, che ti verrà inviata dalla Motorizzazione civile, mediante apposita lettera assicurata, all’indirizzo da te indicato.

In genere, i tempi di ricevimento del nuovo permesso di guida sono brevi. Tuttavia, in caso di ritardo del recapito puoi contattare telefonicamente il numero verde 800232323 del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, accessibile dalle 8.30 alle 14.00 e dalle 14.30 alle 17.30 dal lunedì al venerdì, sia da telefono fisso sia da telefono mobile oppure il numero verde 800979416 di Poste Italiane, disponibile tutti i giorni h24, solo da telefono fisso.

Rinnovo patente: puoi farlo in una città diversa da quella ove risiedi

La patente può essere rinnovata su tutto il territorio nazionale, indipendentemente dalla tua residenza, in quanto l’invio del nuovo documento avviene a cura della Motorizzazione civile.

Quanto tempo dopo la scadenza puoi rinnovare la patente

Puoi rinnovare la patente fino a 3 anni dopo la scadenza indicata sul documento. Decorso tale termine, salvo casi eccezionali, sarai obbligato a fare l’esame di revisione. In quest’ultima ipotesi, dovrai sottoporti alla visita medica per l’accertamento dei requisiti psicofisici e sostenere nuovamente l’esame di guida, sia teorico sia pratico.

Rinnovo della patente all’estero: come avviene?

Se hai trasferito la residenza all’estero da almeno 6 mesi, sia in un Paese membro dell’Unione Europea sia extracomunitario, puoi richiedere il rinnovo della patente al Consolato o all’Ambasciata italiana, purché il documento non sia scaduto da oltre tre anni.

La tassa da pagare può essere diversa da nazione a nazione, quindi, è consigliabile informarsi presso le Ambasciate o tramite Internet.


note

[1] Art. 162 co. 11 cod. strada.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube