Sky multata dall’Antitrust per pratica scorretta

23 Febbraio 2021 | Autore:
Sky multata dall’Antitrust per pratica scorretta

Il Garante del mercato e della concorrenza: niente rimodulazioni o rimborsi sui canoni nonostante l’offerta ridotta per la pandemia.

Pratiche commerciali scorrette: con questa accusa l’Antitrust ha comminato a Sky una sanzione di 2 milioni di euro. Secondo l’Autorità, infatti, i clienti del colosso televisivo sono stati ingiustamente penalizzati (e, ad avviso dell’Antitrust, anche «ingannati») in seguito all’emergenza sanitaria e allo sconto che Sky avrebbe dovuto applicare sui pacchetti di abbonamento a pagamento «Sky Calcio» e «Sky Sport».

Come noto, durante lo scorso anno, il Covid ha paralizzato per diversi mesi sia i campionati di calcio sia le altre discipline sportive. Il risultato, visto dal lato dei telespettatori, è stato quello di aver pagato un abbonamento che garantiva l’acquisto di un certo prodotto (la trasmissione televisiva degli eventi, appunto) per poi non averlo o per ottenerlo in forma molto ridotta.

Secondo l’Antitrust, la società televisiva avrebbe dovuto riconoscere ai propri clienti una rimodulazione o un rimborso automatico dei canoni mensili sui citati pacchetti di abbonamento. Cosa che l’Autorità garante della concorrenza e del mercato non ha avvertito.

Non solo: la sanzione nei confronti di Sky è stata decisa per quello che l’Autorità ha definito «pratica commerciale ingannevole» legata sempre al Covid. Pomo della discordia il cosiddetto «Sconto Coronavirus», che avrebbe garantito all’abbonato una riduzione del costo dei citati pacchetti, ovvero «Sky Calcio» e «Sky Sport». Per l’Antitrust, la società non ha fornito le dovute e tempestive informazioni, con il conseguente svantaggio economico a loro carico.

Non solo: a parere dell’Autorità, Sky ha imposto ai suoi clienti l’attivazione dello Sconto Coronavirus solo attraverso una determinata procedura online, senza alcuna alternativa. In questo modo, sostiene sempre il Garante, la richiesta della promozione è stata rallentata e complicata e l’adesione alla promozione è risultata viziata: molti sono andati avanti a pagare un prezzo pieno.

Ultima motivazione della sanzione di 2 milioni di euro a Sky: il colosso televisivo, conclude l’Antitrust, non ha applicato lo sconto nemmeno sugli abbonamenti per i quali era stata inoltrata la disdetta prima che scoppiasse la pandemia.

Come noto, i campionati di calcio su cui Sky detiene i diritti televisivi sono stati fermi non solo in Italia ma in altri Paesi per diversi mesi a causa del Covid. Tant’è che non solo sono stati stravolti i calendari dei tornei nazionali ed internazionali (la finale di Champions League si è disputata soltanto a fine agosto, quando di solito si tiene a cavallo tra maggio e giugno) ma è anche stato rinviato a questa estate l’Europeo di calcio delle Nazionali che si doveva tenere lo scorso anno. Anche se in molti temono che, vista la situazione, il torneo debba essere posticipato di nuovo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube