Moduli | Articoli

Cosa fare se si paga due volte una multa?

29 Giugno 2021 | Autore:
Cosa fare se si paga due volte una multa?

Chi ottempera al pagamento di una contravvenzione, indebitamente, ha diritto a richiedere il rimborso della somma versata in eccesso.

Hai preso una multa mentre ti trovavi alla guida dell’automobile di tuo padre e, per evitargli un’arrabbiatura, l’hai pagata senza informarlo dell’accaduto. Tuo padre, però, ha trovato la contravvenzione in un cassetto e l’ha pagata anche lui.

Come fare se si paga due volte una multa? Puoi inoltrare un’apposita istanza all’organo accertatore (ad esempio, il comando della polizia municipale o della polizia stradale), chiedendo il rimborso della somma versata in più. Peraltro, questa non è l’unica ipotesi in cui ti è consentito chiedere la restituzione dei soldi. Infatti, è possibile farlo anche in caso di pagamento di due verbali, entrambi riferiti ad una stessa infrazione stradale, oppure di pagamento di una somma superiore a quella effettivamente dovuta o di pagamento corrisposto ad un organo diverso da quello che ha accertato la violazione.

Parimenti, puoi chiedere il rimborso quando il verbale è stato archiviato o annullato a seguito della pronuncia di una sentenza del giudice di pace o di un’ordinanza prefettizia.

Se si paga due volte una multa, qual è la procedura per il rimborso?

Se hai pagato due volte una contravvenzione e vuoi chiedere la restituzione della somma indebitamente versata, per prima cosa devi procurarti l’apposito modulo di istanza di rimborso.

A tal fine:

  • puoi recarti presso l’organo accertatore per prenderne una copia;
  • oppure puoi scaricarlo online dal suo sito istituzionale.

Altresì, puoi utilizzare il modulo che trovi allegato in calce al presente articolo.

Successivamente, devi compilare l’istanza in tutte le sue parti e devi presentarla:

  1. depositandola personalmente presso l’ufficio competente dell’ente verbalizzante;
  2. inviandola a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o anche tramite pec. In quest’ultimo caso, devi prima accertarti dell’effettivo indirizzo di posta elettronica certificata dell’ufficio competente, considerato che l’ente verbalizzante potrebbe disporre di più pec in relazione a ciascun ufficio interno. Inoltre, anche tu devi essere dotato di pec. Gli uffici della Pubblica Amministrazione, infatti, non ricevono e-mail provenienti da indirizzi di posta elettronica ordinari.

Quali documenti vanno presentati insieme all’istanza di rimborso

All’istanza di rimborso devi allegare una:

  • copia di un tuo documento di riconoscimento in corso di validità;
  • copia del verbale di contestazione dell’infrazione al codice della strada;
  • copia della ricevuta dell’avvenuto pagamento della multa e del versamento dell’ulteriore somma.

Se depositi personalmente l’istanza di rimborso presso gli uffici competenti, ricorda di farti rilasciare una ricevuta che attesta l’avvenuta presentazione della domanda medesima. Può essere sufficiente anche l’apposizione di un timbro per ricevuta su una copia dell’istanza in tuo possesso.

Come avviene il rimborso della multa pagata due volte

Al momento della presentazione dell’istanza, devi anche precisare se desideri ricevere il rimborso della somma indebitamente pagata tramite:

  1. contanti;
  2. bonifico bancario/postale, inserendo l’apposito Iban del tuo conto corrente;
  3. le altre modalità autorizzate e previste dall’organo che ha notificato la multa.

Nell’apposito box sottostante, troverai un fac-simile dell’istanza di rimborso per la somma pagata due volte


Modulo istanza di rimborso somma pagata due volte

Spett.le

Comando della Polizia Municipale

Ufficio Ruoli-Crediti-Rimborsi

(oppure) Comando della Polizia Stradale/ dei Carabinieri

Via/Piazza___________

Cap___________Città___________

Oggetto: richiesta di rimborso somma pagata due volte.

Il sottoscritto________________, nato a ____________, il____________ e residente in_________________, via/piazza____________, n._____________, recapito telefonico______________, in qualità di ____(trasgressore/proprietario del veicolo) oppure legale rappresentate della ditta/società____________proprietaria del veicolo targato____________, con la presente in riferimento al verbale n._____________ del______________, intestato a __________(se stesso oppure alla ditta/società), codice fiscale/partita Iva______________________

CHIEDE

il rimborso della somma di ________________euro erroneamente pagata per due volte.

Il rimborso potrà avvenire mediante una delle seguenti modalità:

  • con mandato di pagamento in contanti, da ritirarsi direttamente da parte del richiedente presso l’ufficio di Tesoreria che vorrete indicare;
  • con bonifico su conto corrente bancario/postale, intestato al richiedente o alla ditta/società richiedente, presso la Banca/Ufficio Postale_________, agenzia di______________, con sede in_____, Iban__________.

Dichiara:

  • ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003 di essere a conoscenza che i dati personali e/o identificativi e/o sensibili richiesti o comunicati saranno utilizzati solo per il procedimento amministrativo al quale i dati si riferiscono;
  • di essere a conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445 del 28.12.2000 in caso di dichiarazioni mendaci.

Allega:

  1. copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  2. copia del verbale di contestazione dell’infrazione stradale;
  3. copia fotostatica delle ricevute di pagamento.

Luogo e data_____________

Il richiedente


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube