Diritto e Fisco | Articoli

Quanto dura una fideiussione su un mutuo?

17 Febbraio 2014


Quanto dura una fideiussione su un mutuo?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 Febbraio 2014



Ho fatto da garante per un muto decennale per l’acquisto di una casa ad un mio parente; mi chiedo quanto dura la mia fideiussione? Al decimo anno decade automaticamente?

La fideiussione viene solitamente concessa come garanzia – prestata da un terzo soggetto alla banca – in occasione della stipulazione di un mutuo per l’acquisto di un immobile.

Solitamente ad essa viene associata anche l’ulteriore garanzia dell’ipoteca. Quest’ultima garanzia viene detta “reale” perché è sulla cosa, ossia l’immobile (da “res” che, in latino, significa “cosa”).

Al contrario la fideiussione viene definita una garanzia “personale”: infatti, in questo caso, la garanzia per il creditore non è un bene (res) specifico, ma il patrimonio personale del terzo garante.

La fideiussione viene quindi stipulata a garanzia dell’adempimento del pagamento delle rate del mutuo e la sua durata, di norma, è fino a quando il debitore principale non abbia estinto il rapporto con la banca, corrispondendo tutte le rate del mutuo.

In altri termini, se il debitore principale rispetta il piano di ammortamento il rapporto si concluderà automaticamente, al versamento appunto dell’ultima rata trascorsi gli anni del mutuo. Ma la fideiussione potrebbe anche estinguersi prima, se il debitore salderà anticipatamente le rate del mutuo medesimo.

La banca, comunque, potrebbe sempre emettere una liberatoria nei confronti del fideiussore; in tal caso, quest’ultimo viene liberato per il futuro. Tuttavia, in questo caso, è necessario fare attenzione all’eventuale presenza, nel contratto di fideiussione bancaria, della cosiddetta clausola di reviviscenza della fideiussione originaria, spesso sottovalutata. Tale clausola, solitamente, prevede che il fideiussore si impegni comunque a rimborsare l’istituto di credito qualora il pagamento effettuato dal debitore o da un terzo, per l’estinzione dell’obbligazione, venga successivamente dichiarato invalido o inefficace per qualsiasi motivo.

Una volta accertata l’assenza della succitata clausola, il garante potrà tranquillamente opporre alla banca il documento attestante l’avvenuta liberazione dal vincolo fideiussorio.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI