Sconti sui pedaggi in autostrada per pendolari: quando e come

16 febbraio 2014


Sconti sui pedaggi in autostrada per pendolari: quando e come

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 febbraio 2014



Attivati i benefici per i pendolari per transito da caselli in entrata e uscita predefiniti dagli automobilisti: i titolari di Telepass dovranno registrarsi sul relativo sito.

È partito, all’inizio di quest’anno, un nuovo beneficio per i pendolari costretti a dover attraversare le autostrade italiane: il governo, infatti, nella persona del ministro per le Infrastrutture e dei Trasporti, ha comunicato che, almeno fino al 31 dicembre 2015, sono attivi particolari sconti sui pedaggi autostradali.

I soggetti interessati

Potranno usufruire del nuovo beneficio i titolari di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche ed a veicoli di classe A).

Inoltre lo sconto potrà essere utilizzato solo per i viaggi dei pendolari tra due stazioni definite in anticipo e fisse (per es.: per chi viaggi sempre dalla città “A” dove svolge lavoro alla città “B” dove invece vive). Il percorso massimo deve essere di 50 Km.

La percentuale di sconto è proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza (è cioè identica per chi fa pochi chilometri e per chi ne fa fino a 100 in un giorno tra andata e ritorno).

A quanto ammonta lo sconto

Lo sconto comincia ad operare dal 21mo transito in poi. Pertanto, per i primi venti viaggi non spetta alcunché, mentre dal ventunesimo lo sconto si applica per tutti e 21 i viaggi effettuati.

L’ammontare dello sconto è dell’1% e crescerà linearmente: così spetta il 2% di sconto al 22mo transito; il 3% di sconto al 23mo transito; il 4% di scontro al 24mo transito e così via, fino al 40mo transito per il quale, appunto, spetterà il 20% di sconto.

Chi fa 41 viaggi, cioè, avrà su tutti e 41 e sino al 46° viaggio (i giorni lavorativi in un mese sono al massimo 23) lo sconto del 20%.

Per i transiti successivi al 46° viaggio si paga la tariffa intera.

Lo sconto è applicato per un massimo di due viaggi al giorno, compresi i festivi, e non è cumulabile con altre agevolazioni/iniziative di modulazione tariffaria.

Come ottenere lo sconto

Dal 25 febbraio prossimo (ossia tra 10 giorni, anche se gli sconti sono già partiti dal primo febbraio) gli interessati dovranno andare sul sito Telepass (www.telepass.it) o sul sito/ufficio della Concessionaria interessata. Una volta approdati sul sito bisognerà indicare il percorso che si utilizza abitualmente, indicando il casello di entrata e quello di uscita.

Per il sistema aperto – in cui il cliente non effettua la transazione che permette di stabilire da dove si proviene e/o dove si è diretti – il cliente indicherà il casello / la barriera di attraversamento (ad esempio A8 Milano Nord e A12 Roma ovest).

L’elenco dei percorsi di lunghezza inferiore a 50 chilometri sarà reso disponibile presso i siti/uffici delle concessionarie interessate.

Quando verrà calcolato lo sconto

Lo sconto verrà calcolato al termine del mese in cui vengono effettuati i transiti ed applicato nella prima fattura successiva, e sarà retroattivo, cioè partirà dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Ho fatto un rapido calcolo. Spendendo 1,10 euro a tratta e calcolando il costo di 1,26 mensile del telepass, sotto i 34 passaggi conviene pagare il pedaggio senza telepass. Con 46 passaggi, escluso il costo del telepass, il risparmio con un pedaggio di 1,10 euro è di 2,37 euro. Se non volete calcolare il noleggio del telepass il risparmio è di 3,63 euro mensili, 43,56 euro anno calcolando di non fare neanche un giorno di ferie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI