Diritto e Fisco | Articoli

Stranieri: come regolarizzare il figlio nato in Italia

19 febbraio 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 febbraio 2014



Siamo una coppia di stranieri e viviamo in Italia; durante questo periodo abbiamo avuto un figlio: che cosa prevede la legge adesso per il bambino?

I bambini nati in Italia da genitori stranieri sono considerati, dalla nostra legge, come “stranieri” e non “cittadini italiani”. Tuttavia, questi ultimi, se hanno vissuto in Italia legalmente e ininterrottamente, possono chiedere la cittadinanza al raggiungimento dei 18 anni. Tale richiesta, però, deve essere effettuata entro massimo dodici mesi dal compimento della maggiore età [1].

Prima di questo momento, ecco le operazioni da compiere. Il bambino deve essere registrato, entro 3 giorni dalla nascita, alla direzione sanitaria dell’ospedale in cui è avvenuto il parto o, entro 10 giorni dalla nascita, presso l’ufficio anagrafe del Comune del luogo di nascita o di residenza dei genitori.

I bambini stranieri nati in Italia, inoltre, devono essere iscritti sul permesso di soggiorno dei genitori (di uno solo o di entrambi) fino al compimento dei 14 anni [2]. Il genitore, per inserire i figli minori nel proprio permesso di soggiorno, deve chiedere l’aggiornamento di questo documento.  Tale richiesta di aggiornamento si effettua mediante compilazione di un modulo che fa parte di un kit presente negli uffici postali.

Più nello specifico, è necessario compilare il modulo 1 del modello 209, inserendo le generalità del bambino nella sezione “figli minori di 14 anni a carico regolarmente soggiornanti in Italia” e allegare alla domanda:

– copia del passaporto, del permesso di soggiorno e del codice fiscale del genitore;

– copia del certificato di nascita del figlio;

– marca da bollo da 16 euro;

La richiesta di aggiornamento deve essere inviata, tramite l’ufficio postale, alla Questura territorialmente competente. Se il figlio è nato mentre si è in attesa del primo rilascio o rinnovo del titolo di soggiorno, il genitore può chiedere l’iscrizione direttamente in Questura, senza passare per l’ufficio postale.

Al compimento del quattordicesimo anno di età al minore viene rilasciato un permesso di soggiorno per motivi familiari oppure, se era iscritto su permesso per soggiornanti di lungo periodo di uno o entrambi i genitori, il medesimo permesso.

note

[1] Art. 4, c. 2, l. n. 91 del 5.02.1992.

[2] Art. 31, TU immigrazione.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

3 Commenti

  1. Salve ; sono futura mamma straniera ma entro nell cominita europeo ; padre no.Viviamo in italia e a marzo nashe figlio. come registrare meglio il bambino . Tutte due genitori non abbiamo citta dinanza italiana.

  2. ciao sono una marrocchina ho il permesso di soggiorno illimitato e ho partorito in italia e voglio regolarizzare i documenti di mia figlia cosa devo fare e che cosa occorre

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI