Diritto e Fisco | Articoli

Assegno sociale: spetta anche se l’ex non versa il mantenimento

19 febbraio 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 febbraio 2014



Ho 65 anni, sono separata da molti anni e mio marito, da quando ho intrapreso una nuova relazione (ora cessata), non mi versa più il mantenimento;  sono disoccupata e percepisco solo una pensione di invalidità. Posso chiedere la pensione sociale?

 

La risposta al quesito è affermativa. Chi, infatti, ha ottenuto dal giudice della separazione il diritto all’assegno di mantenimento ma, di fatto, non lo riceve dal coniuge, ha comunque la possibilità di ottenere dall’Inps l’assegno sociale (prima detto “pensione sociale”), se ricorrono tutti gli altri presupposti di legge.

Detto assegno consiste in una prestazione assistenziale di carattere provvisorio e la verifica del possesso dei requisiti reddituali viene fatta annualmente dall’Inps (per un approfondimento sui requisiti per ottenere l’assegno leggi l’articolo: “Assegno sociale: quando e come ottenerlo”).

Ipotizziamo, perciò, che i redditi derivanti anche dall’importo dovuto a titolo di mantenimento siano superiori al limite previsto dalla legge per aver diritto alla prestazione assistenziale (per l’anno 2014 è di € 5.818,93): in tal caso, potendo documentare che l’ex coniuge non versa il mantenimento e che, senza questa entrata, il reddito rientra nei predetti limiti, l’Inps dovrà accogliere la domanda, se ricorrono tutti gli altri requisiti (di età e residenza).

Infatti, nel calcolo dei redditi rilevanti per aver diritto o meno all’assegno sociale, non va tenuto conto delle somme di cui il richiedente sia semplice titolare. Ciò lo si desume anche dalla semplice lettura della norma [1] che testualmente dispone: “L’assegno è erogato con carattere di provvisorietà sulla base della dichiarazione rilasciata dal richiedente ed è conguagliato, entro il mese di luglio dell’anno successivo, sulla base della dichiarazione dei redditi effettivamente percepiti[2].

Semmai, pertanto, nell’ipotesi che suo marito torni a versarle il mantenimento, l’Inps potrà:

sospendere l’erogazione dell’assegno (se vengano meno i presupposti di reddito richiesti dalla legge)

ridurne l’importo (sulla base della differenza risultante  tra l’importo massimo erogabile dall’Istituto previdenziale e i redditi di fatto da lei percepiti) .

In conclusione, rientrando nei requisiti di reddito, di età e di residenza previsti dalla legge, potendo dimostrare di non ricevere il mantenimento previsto dal giudice della separazione, si avrà, in ogni caso, diritto a ricevere l’assegno sociale dall’Inps.

note

[1] Art. 3, 6 comma della L. n. 335/95 .

[2] Cass. sent. n. 6570/10 del 18.3.10;  Trib. Massa, sent. n.610/08 dell’8.10.08.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. bunasera sono una mamma separata da molti anni percepisco solo la pensione di invalidita’ di mia figlia posso chiedere l’assegno sociale grazie .

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI