Cashback di Natale: come fare reclamo

2 Marzo 2021
Cashback di Natale: come fare reclamo

Sono tremila le lamentele arrivate a Consap per accrediti mancati o inesatti.

C’è tempo fino al 29 giugno 2021 per reclamare il diritto al proprio Cashback. Eppure, molti italiani non hanno perso tempo. Sono già migliaia, precisamente tremila, le richieste arrivate alla Concessionaria dei servizi assicurativi pubblici (Consap) per ottenere la restituzione di parte delle spese sostenute a dicembre, pagando con moneta elettronica.

Era il cosiddetto Extracashback di Natale, un’anticipazione del Cashback vero e proprio, entrato a regime dal primo gennaio 2021, che prevedeva un rimborso pari al 10% di ogni transazione (massimo 15 euro a transazione, anche se la spesa andava oltre i 150 euro), a patto che l’utente pagasse esclusivamente con carta di credito, carta di debito, bancomat, app in modo da rendere i pagamenti tracciabili perché in moneta elettronica.

Inoltre, bisognava raggiungere un numero minimo di transazioni dall’8 al 31 dicembre 2020, cioè dieci (adesso, con il Cashback a pieno regime, le transazioni devono essere almeno cinquanta a semestre, per aspirare a vedersi restituire fino a 300 euro all’anno).

Entro il primo marzo 2021, tutti gli importi da rimborsare sono stati liquidati. A chi non ha ottenuto nulla o ha avuto una cifra inferiore alle aspettative, resta la possibilità del reclamo, attraverso l’apposita piattaforma predisposta da Consap e sotto la sua gestione. Il sito è reclamicashback.consap.it. Bisogna innanzitutto registrarsi, inserendo il proprio nome, cognome ed email. All’utente viene fornita una password provvisoria girata alla sua mailbox, per poi sceglierne una personale.

Una volta creato il proprio profilo, si entra nel vivo della compilazione del reclamo, riempiendo i campi «motivo del reclamo», che può essere un mancato pagamento oppure un pagamento incompleto, «sistema utilizzato» e «periodo di riferimento», che dovrà essere necessariamente dicembre 2020 (non essendo ancora concluso il primo semestre del Cashback a pieno regime e non essendo stati ancora liquidati i rimborsi per questa fase, il nuovo modulo reclami non è ancora disponibile).

Se il cashback ricevuto è inferiore al dovuto, bisognerà inserire nel reclamo sia l’importo ottenuto, sia la cifra del rimborso come appare sull’applicazione Io (il sistema ideato da PagoPa per il computo delle transazioni). Al proprio reclamo è bene allegare copie degli scontrini che attestano le transazioni effettuate, in modo da dare prova degli acquisti.

In trenta giorni al massimo, si dovrebbe ottenere una risposta da Consap. Le comunicazioni dalla Concessionaria saranno visibili sull’area personale dell’utente. Per segnalarle, arriverà una notifica all’indirizzo email fornito in fase di registrazione.

Consap ha informato, con un comunicato stampa, dell’erogazione dei rimborsi: sono partiti più di 3,2 milioni di bonifici, per un totale liquidato che ammonta all’incirca a 223 milioni di euro. Di questi, spiega la Concessionaria, «solo lo 0,04% non è andato a buon fine a causa di problemi relativi all’inserimento di Iban non corretti o conti correnti bloccati o non più esistenti».

In tal caso, l’errore è avvenuto in fase di registrazione del metodo di pagamento sull’app Io. A chi ha avuto di questi problemi basterà segnalare il problema nel reclamo e inserire sull’app l’Iban giusto.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube