Diritto e Fisco | Articoli

Consulenza legale online

3 Marzo 2021
Consulenza legale online

La consulenza legale online ti garantisce la possibilità di ottenere un chiarimento da un avvocato senza bisogno di andare al suo studio e di chiedere un appuntamento.

Ci sono diverse modalità per ottenere la consulenza legale su Internet. Ci si può avvalere del telefono, ad esempio, previa fissazione di un orario che sia congeniale ad entrambe le parti.

Per i tradizionalisti che amano il rapporto diretto e il contatto visivo, il rapporto con l’avvocato può svolgersi tramite uno dei numerosi strumenti di videoconferenza oggi disponibili.

Se c’è bisogno di far visionare una copiosa documentazione (ad esempio dei contratti o gli atti di un giudizio), è sempre possibile inviarla in formato pdf tramite email, affinché il legale la visioni prima di erogare il proprio parere.

In alternativa, c’è la possibilità di ottenere un parere scritto, con la redazione di un documento che – in quanto tale – resterà in mano al cliente e sarà perciò utilizzabile in altre sedi.

Vantaggi della consulenza legale online

Come tutti i servizi offerti sulla rete, tale strumento elimina i problemi legati ai tempi e all’incertezza della spesa. Da un lato, infatti, il professionista che eroga la consulenza legale online specifica in anticipo entro quanto tempo la stessa verrà fornita, eventualmente prevedendo un sovrapprezzo per le urgenze; in secondo luogo, il corrispettivo viene reso noto prima ancora della conclusione del contratto, cosicché il cliente già sa quale onere economico andrà a sostenere, senza sorprese dell’ultimo momento.

Che valore ha la consulenza legale online?

Circa l’autorevolezza del parere scritto di un avvocato bisogna però escludere che lo stesso possa avere una forza superiore a quella di una semplice consulenza di parte: non si tratta infatti di una perizia che potrebbe servire a vincere una causa. Sicché, a tutto voler concedere, il file potrebbe essere utilizzato in un giudizio solo per meglio argomentare le tesi della difesa, eventualmente facendo breccia nel convincimento del giudice. Lo stesso dicasi qualora sia in corso una controversia di carattere condominiale, ereditario, immobiliare, assicurativo, bancario, ecc.

Su cosa si può chiedere un parere legale online?

Ma cosa si può chiedere a un avvocato con una richiesta di consulenza legale online? Naturalmente, tutto dipende dalle necessità del cliente: si può trattare quindi di una valutazione di fattibilità di una causa (sia essa in primo grado, in appello o in Cassazione); dell’interpretazione di un contratto o di un documento; del comportamento da tenere in una determinata situazione (si pensi ai rapporti condominiali, con il padrone di casa, con il coniuge, con i propri soci, con il Fisco ecc.).

Le materie che possono essere affrontate nel corso di una consulenza legale fatta tramite il web possono essere di vario genere: diritto civile, penale, societario, amministrativo, fiscale e tributario, diritto di famiglia (separazione e divorzi), condominiale, immobiliare, diritto delle successioni, diritto assicurativo, bancario, responsabilità medica e professionale, ecc.

Non esistono divieti deontologici che impediscano all’avvocato di fornire consulenze legali online, né di pubblicizzarle sul proprio sito Internet o su piattaforme di terzi soggetti.

Si può esercitare il diritto di recesso dopo aver pagato?

Circa la possibilità di esercitare il cosiddetto diritto di recesso (anche detto “diritto di ripensamento”), questo non può essere esercitato una volta che la prestazione sia stata resa. A tal fine, è sufficiente che l’avvocato abbia iniziato a leggere e studiare la documentazione che gli è stata fornita dal cliente. Pertanto, una volta che il contratto ha avuto esecuzione, non è più possibile chiedere la restituzione dei soldi già pagati.

Come deve essere la consulenza legale online

Il cliente ha diritto ad ottenere una consulenza legale online eseguita in modo diligente e professionale. L’avvocato ha anche l’obbligo di rendere comprensibile il proprio parere, affinché la prestazione sia fruibile dal cliente e non si renda a lui ostica e oscura. Affinché il parere possa essere verificato, esso andrà corredato con le norme e gli estremi delle eventuali sentenze su cui si fonda l’interpretazione dell’avvocato.

L’avvocato che offre consulenze legali su Internet deve anche indicare, sul proprio sito, l’ordine di appartenenza, la collocazione del proprio studio e gli estremi della polizza assicurativa professionale che opera in caso di danni al cliente.

Il cliente che riceve una consulenza legale sbagliata ha diritto ad ottenere la restituzione della somma spesa; dimostrando anche il danno eventualmente subito, può ottenere il risarcimento da parte della compagnia assicurativa.

Quanto costa una consulenza online?

Non esiste un prezzo fisso per le consulenze legali. Il famoso decreto Bersani ha infatti liberalizzato il mercato, consentendo agli avvocati di praticare le parcelle che preferiscono. Il professionista ha solo l’obbligo di fare un preventivo scritto prima del conferimento dell’incarico e chiarendo al cliente quali saranno i costi che andrà ad affrontare a fronte dell’attività.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube