Carte di credito: da oggi vigilate come il contante

20 Febbraio 2014
Carte di credito: da oggi vigilate come il contante

Carte di credito sotto controllo come il contante: lo predica un provvedimento dell’Uif, pubblicato sul sito dell’Autorità antiriciclaggio.

La banche devono stare più attente ai movimenti sospetti delle carte di credito e rafforzare i controlli riguardo a comportamenti “anomali”. È questo il monito lanciato dalla Banca d’Italia, Unità di informazione finanziaria (Uif). Sembra infatti che le note carte di credito e quelle prepagate, proprio per la facilità con cui vengono rilasciate e la versatilità del loro utilizzo, vengano spesso impiegate per fini illeciti.

Le anomalie più frequentemente riscontrate che l’Autorità segnala all’attenzione degli operatori sono:

– frequenti ricariche e prelevamenti in contanti;

– operatività più frequente all’estero, con prelevamenti in valuta, senza altrettanto frequenti operazioni di spending;

– spendite frequenti di importo unitario e cifra tonda;

– utilizzi in sportelli vicini tra loro e di diversi intermediari, oppure, viceversa, a notevole distanza geografica in ravvicinati periodi di tempo;

– ricariche (per le prepagate) di una pluralità di carte in maniera molto frequente, e specie se su punti operativi vicini, specie se su carte diversamente intestate;

– accrediti e addebiti in sequenze ravvicinate di tempo.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube