Diritto e Fisco | Articoli

Affitto: se l’inquilino anticipa le spese di riparazione della casa e il locatore non vuole restituirle

23 Febbraio 2014
Affitto: se l’inquilino anticipa le spese di riparazione della casa e il locatore non vuole restituirle

Riparazioni urgenti: il conduttore ha diritto al rimborso solo in caso di preavviso al locatore.

Succede con estrema frequenza che, nell’ambito del rapporto di locazione tra padrone di casa e inquilino, quest’ultimo si trovi a lamentare dei difetti dell’immobile, sollecitando a più riprese un intervento riparatore ed invece il locatore rimanga completamente indifferente. Così, nell’impossibilità di vivere in un’abitazione inospitale, il conduttore è costretto a dover anticipare di tasca propria le spese necessarie alla riparazione, per poi chiederne la restituzione alla successiva scadenza del mese.

Parliamo, ovviamente, di spese di straordinaria amministrazione, in quanto quelle di ordinaria amministrazione competono sempre al locatario, salvo diversi accordi.

Secondo una recente sentenza della Cassazione [1], l’inquilino ha diritto al rimborso delle spese per le riparazioni eccedenti la normale manutenzione, a due condizioni:

1 – se tali spese sono urgenti, urgenza che, nell’eventuale causa che si instaura tra locatore e conduttore per la restituzione delle somme anticipate, deve essere dimostrata dall’inquilino;

2 – e comunque se l’inquilino ha avvisato di ciò il locatore e quest’ultimo è rimasto inerte.

Dunque, sottolinea la Suprema Corte, il diritto al rimborso è esercitabile solo in caso di preavviso al locatore.


Il conduttore ha diritto al rimborso delle spese per le riparazioni eccedenti la normale manutenzione se, avendo il carattere dell’urgenza, il conduttore ha avvisato il locatore e nell’inerzia di questi, ha provveduto direttamente ai lavori.

note

[1] Cass. sent. n. 4064/14 del 20.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube