Condominio: torna obbligatoria la figura del presidente

6 Marzo 2021 | Autore:
Condominio: torna obbligatoria la figura del presidente

Modificato il Codice civile sullo svolgimento dell’assemblea: riemerge il ruolo di chi deve condurre la riunione. Ecco i suoi compiti.

Rimasta per molto tempo in sordina, quasi esclusa dalla sua attività, riemerge quasi per caso la figura del presidente dell’assemblea di condominio. È stata la legge di conversione del decreto Agosto, uno dei provvedimenti approvati lo scorso anno per sostenere il Paese durante la pandemia, a risuscitare colui che deve essere a capo delle riunioni di condominio, che deve verificare che tutto si svolga nel modo più corretto, che deve sottoscrivere il verbale dell’assemblea. La sua figura è tornata obbligatoria, dopo anni di silenzio.

Per trovare qualche riferimento legale sul ruolo del presidente dell’assemblea bisogna risalire a prima dell’approvazione della legge sulla riforma del condominio, nel 2013. A quei tempi, questa figura veniva citata indirettamente nel Codice civile, nella parte in cui si parla dello svolgimento dell’assemblea e della possibilità per un condomino di delegare la facoltà di decidere per lui in caso di assenza. Il Codice assegnava al presidente il compito di sorteggiare tra i comproprietari dell’unità immobiliare la persona che doveva decidere per tutti gli altri durante la riunione.

Poi, è arrivata la legge di riforma del condominio e la figura del presidente dell’assemblea è del tutto sparita anche dal Codice civile: nessun riferimento al suo ruolo, nemmeno indirettamente.

È stato il decreto Agosto, convertito in legge e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 13 ottobre scorso, non solo a far riemergere il ruolo del presidente ma a renderlo obbligatorio. Il testo affronta le questioni condominiali per dare valore legale all’assemblea tenuta da remoto come misura di prevenzione dei contagi da Covid e dispone che l’assemblea debba essere condotta dal presidente, il quale avrà il compito – almeno per le riunioni tenute in videoconferenza – di sottoscrivere il verbale redatto dal segretario e di inviarlo successivamente all’amministratore del condominio e ai proprietari delle unità immobiliari. Non solo: il presidente avrà anche l’incarico di verificare la valida costituzione dell’assemblea, che tutti i condòmini siano stati convocati e che le deleghe siano regolari.

In questo modo, è stato modificato l’articolo 66 del Codice civile che ora, tra le altre cose, dice: «Anche ove non espressamente previsto dal regolamento condominiale, previo consenso della maggioranza dei condòmini, la partecipazione all’assemblea può avvenire in modalità di videoconferenza. In tal caso, il verbale, redatto dal segretario e sottoscritto dal presidente, è trasmesso all’amministratore e a tutti i condòmini con le medesime formalità previste per la convocazione».

A proposito di deleghe, la legge precisa che quel pezzo di carta (cioè la delega stessa) venga numericamente conteggiata al momento del voto come se il condomino delegante fosse presente alla riunione, anche se rappresentato da un’altra persona. Se i condòmini sono più di 20, il delegato può sempre rappresentare più vicini di casa ma non più di un quinto di essi e del valore proporzionale.

Non trovando nella legge una sola parola in merito, la nomina del presidente dell’assemblea deve avvenire a maggioranza numerica dei presenti alla riunione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube