Diritto e Fisco | Articoli

Se il postino falsifica la tua firma sulla raccomandata

24 Febbraio 2014
Se il postino falsifica la tua firma sulla raccomandata

Portalettere fannullona: colpevole di accidia e con dolo.

Quante volte vi sarà capitato di trovare, nella cassetta delle lettere, un avviso di raccomandata in giacenza presso le poste, sebbene tutta la giornata siate rimasti in casa.

Leggenda metropolitana quella del portalettere fannullone? Affatto. Stando almeno a una recente sentenza della Cassazione [1] esiste addirittura il postino che falsifica la firma dei destinatari al solo scopo di velocizzare le pratiche e concludere più velocemente il proprio lavoro.

In tali ipotesi, secondo la Suprema Corte, la condotta del portalettere non può essere considerata una semplice leggerezza, ma comporta la condanna per aver prodotto un atto falso.

Il postino che esegue una contraffazione della firma del destinatario sugli avvisi di ricevimento delle raccomandate per non dover tornare sullo stesso luogo una seconda volta, perché la prima ha trovato chiuso, commette dunque reato. Secondo la Cassazione non si tratta di una semplice leggerezza, ma c’è proprio una coscienza e volontà (cosiddetto “dolo”) da parte del pubblico impiegato di falsificare la firma del destinatario.

In tali casi, al destinatario del plico non resta che far eseguire una perizia calligrafica e confrontare l’esito con la grafia del postino.


note

 [1] Cass. sent. n. 8422/14 del 21.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. A me è successo che il postino ha buttato nell’ingresso di casa mia (con portone aperto) l’avviso di giacenza, scrivendo (falsamente) nell’avviso che ero assente. So che questa è una prassi che fanno tanti postini e purtroppo l’unico modo per contestare un comportamento del genere è la querela di falso…

  2. e adesso che per reati fino a 5 anni considerati tenuti vengono archiviati? Ora il postino potrà tranquillamente falsificare le firme direttamente a casa popria con calma e al calduccio e buttare nei portoni la corrispondenza raccomandata.

  3. Beh, io ero a lavoro tutta la mattina e aspettavo una raccomandata. Verso le 11 sul dovequando la voce cambia da “in consegna” a “consegnata”. Al mio rientro, alle 2 del pomeriggio, ho trovato la raccomandata nella buca delle lettere. Chi ha firmato?

Rispondi a EDGARD RUZZANTE Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube