Diritto e Fisco | Articoli

Anche ai licenziamenti collettivi si applica il rito Fornero

25 Feb 2014


Anche ai licenziamenti collettivi si applica il rito Fornero

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 Feb 2014



Per il tribunale di Roma la disciplina sui licenziamenti individuali prevista dal Rito Fornero si applica anche a quelli collettivi.

La Legge Fornero si applica non solo ai licenziamenti individuali, ma anche a quelli collettivi e ciò vale sia nella sua parte sostanziale (la tutela prevista dal famoso “articolo 18”), sia in quella processuale (con la previsione di una fase stragiudiziale e una doppia fase giudiziale).

Lo ha detto il tribunale di Roma con una recente ordinanza [1].

Come noto, il cosiddetto Rito Fornero ha rinnovato completamente la procedura per l’impugnazione dei licenziamenti. Per la scheda completa sul nuovo procedimento leggi l’articolo: “Come si contesta il licenziamento: impugnazione stragiudiziale e giudiziale”.

Secondo il Tribunale capitolino, il licenziamento collettivo pertanto va assoggettato sia alle tutele previste dall’articolo 18, sia al nuovo rito (introdotto dalla Legge Fornero) per i licenziamenti individuali. Sarebbe irragionevole, del resto, conclude la Sezione Lavoro, sottrarre allo strumento introdotto per una rapida definizione delle controversie lavoristiche più delicate proprio la materia del licenziamento collettivo, quella di maggiore valore economico.

Per i giudici è pertanto coerente con il nuovo assetto delle tutele contenute nell’articolo 18 dello Statuto, modulate sulla gravità delle infrazioni accertate, ritenere applicabili anche alle ipotesi di assenza delle ragioni alla base del licenziamento collettivo la disciplina prevista per il licenziamento individuale “non essendo altrimenti qualificabile quello, come vizio del procedimento o afferente ai criteri di scelta o all’assenza della forma scritta (le sole ipotesi considerate dalla norma)”.

note

[1] Trib. Roma, ord. del 21.01.2014. Secondo il Tribunale capitolino è vero che i licenziamenti collettivi trovano una disciplina all’interno della legge 223 del 1991, tuttavia essi rientrano anche tra le fattispecie disciplinate dalla Legge Fornero. L’articolo 1, comma 46, infatti, contiene ripetuti richiami all’articolo 18 dello Statuto dei diritti dei lavoratori nella versione modificata sotto il profilo delle sanzioni in rapporto ai vari difetti individuati.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI