Diritto e Fisco | Articoli

Si può salire col cane in ascensore?

19 Luglio 2021 | Autore:
Si può salire col cane in ascensore?

È legale obbligare il padrone di casa a raggiungere a piedi dalle scale il proprio appartamento con il suo animale da compagnia?

Abiti al sesto piano di un condominio e hai il cane. Che fai quando devi portarlo fuori a fare i bisognini? Volendo, all’andata si fa la rampa di scale in discesa. Ma al ritorno? Ti fai ogni volta i sei piani a piedi o si può salire col cane in ascensore? Certo, ti eviterebbe un po’ di fatica.

Il problema è il solito, quando si abita in condominio: non si può pretendere che tutti i vicini abbiano lo stesso tipo di sensibilità e di disponibilità verso gli animali domestici. Qualcuno potrebbe sostenere il fatto che il tuo diritto di prendere l’ascensore con il cane equivale al suo di non entrare nella cabina insieme ad un animale che non conosce, che non gradisce e che magari lo annusa e gli lecca i pantaloni. Come si fa? Chi dei due ha ragione?

Lo dicono la legge ed il regolamento del condominio. C’è un divieto di inserire qualsiasi norma che impedisca di avere un animale domestico in casa. Ma nulla è detto a proposito degli ascensori. Si arriva, quindi alla logica: se hai un cane e abiti al sesto piano, significa che ogni volta che esci con lui sei condannato a farti le scale? Vediamo.

Cane in ascensore: il regolamento del condominio

Il 2012 segnò un «prima» e un «dopo» sul possesso di animali domestici in condominio: con la riforma, nessun regolamento può più vietare di avere un cane, un gatto, un canarino di compagnia nel proprio appartamento.

C’è, a dire la verità, un solo caso in cui il regolamento può prevedere questo divieto: quello in cui venga approvato all’unanimità, vale a dire da tutti i condòmini, sia in sede di assemblea sia al momento della stipula degli atti di acquisto dei singoli appartamenti. Ovviamente, se il regolamento raccoglie il consenso di tutti i vicini dello stabile, significa che nessuno di loro ha un cane e nemmeno prevede di prenderlo, altrimenti voterebbe contro e il divieto cadrebbe.

Ci sarebbe una seconda eccezione, ma non riguarda il regolamento: è quella che riguarda la cosiddetta clausola contrattuale, cioè quella secondo cui il proprietario di un appartamento può vietare al suo inquilino – anche dopo la riforma del 2012 – di tenere in casa un animale domestico. Ma, appunto, qui si parla della clausola di un contratto di locazione, non del regolamento condominiale.

Va ricordato che i proprietari degli animali sono tenuti ad osservare in maniera scrupolosa le regole di sicurezza e igiene. I cani devono essere tenuti sempre al guinzaglio e bisogna evitare che sporchino i luoghi comuni del condominio. E questo comprende anche l’ascensore. Significa che se uno possiede un animale sempre pulito, ben educato e assicurato al guinzaglio può salire con lui sull’ascensore?

Quello che non dice il Codice civile, che contiene la riforma del condominio, è come si deve trasportare il cane dal piano terra fino all’appartamento, cioè l’animale si deve fare i piani di scale a piedi (a zampe, pardon) oppure se si può salire in ascensore con lui. E, come spesso succede, quando la legge lascia un vuoto, ognuno interpreta le cose secondo il proprio criterio.

Cane in ascensore: cosa dicono i tribunali

Il criterio dei giudici non sempre coincide. Ed è quello che è successo anche quando sono stati chiamati a rispondere alla nostra domanda: «Si può salire con il cane in ascensore?». Secondo il tribunale di Monza, no [1]. I giudici lombardi ritengono che il cane debba farsi le scale e che se entra nella cabina dell’elevatore insieme al padrone, quest’ultimo debba pagare una sanzione pecuniaria. Anche qui viene fuori la stessa curiosità: per il tribunale monzese è legittimo tenere in casa l’animale ma non lo è portarlo in ascensore.

Di parere opposto il tribunale di Cagliari [2]: per logica, sostengono i giudici sardi, il diritto di avere un animale domestico va esteso alla possibilità di evitare di fare le scale ogni volta e, quindi, di salire in ascensore con il cane. Tutt’al più, occorrerà tenerlo al guinzaglio e con la museruola.

Certo, a questo punto si pone il problema già citato: il cane in casa sì, in ascensore no. Vorrebbe dire, ad esempio, che una persona non vedente dovrebbe farsi le scale in discesa e in salita con il cane guida ogni volta che esce di casa, oppure chiamare qualcuno al citofono o al telefono affinché scenda, prenda il cane e lo porti in casa dalle scale mentre lui prende l’ascensore.

Vale lo stesso per le persone disabili o anziane: sarebbero costrette a far fare al cane un corso in modo che impari a salire da solo fino alla porta di casa (possibilmente evitando di fermarsi ad abbaiare agli sconosciuti) intanto che il padrone arriva con l’ascensore?


note

[1] Trib. Monza sent. del 28.03.2017.

[2] Trib. Cagliari sent. del 22.07.2016.

Autore immagine: canva.com/


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Posso avere un cane in condominio? Sì, quindi se pago le spese condominiali ho anche il diritto di usufruire di alcuni beni comuni come l’ascensore e sono libero di portarci il mio cane. Mi sembra ovvio visto che non c’è alcun divieto nel regolamento di condominio

  2. Di recente, ho preso un cane. Abito in un condominio in cui la convivenza tra vicini è abbastanza tranquilla. Ma da quando ho preso questo cucciolo, il vicino del mio stesso pianerottolo ha iniziato a mettermi i bastoni tra le ruote e a cercare di ostacolarmi in tutto e per tutto. Ad esempio, ora mi viene a commentare anche il fatto che io me lo porto in ascensore. Stanca delle varie voci, un giorno in assemblea ho portato il regolamento di condominio e gli ho spiegato per filo e per segno perché tutto ciò non aveva ragione di esistere

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube