Diritto e Fisco | Articoli

Se il giudice deposita tardi la sentenza: per la Cassazione scatta la sanzione

25 Febbraio 2014
Se il giudice deposita tardi la sentenza: per la Cassazione scatta la sanzione

Responsabilità attenuata per il magistrato lento nel depositare le sentenze: necessario che la condotta sia reiterata e grave.

 

Scatta la sanzione disciplinare per il giudice che, venendo meno ai propri doveri di diligenza e di laboriosità, ha ritardato in modo reiterato, grave e ingiustificato, il compimento di atti relativi all’esercizio delle proprie funzioni di giudice ossia abbia depositato tardi più di una sentenza.

A bacchettare i magistrati-lumaca è una sentenza di ieri delle Sezioni Unite della Cassazione [1].

Secondo la Suprema Corte, il magistrato può essere condannato a causa di reiterati ritardi nel deposito delle sentenze (nel caso deciso dalla Corte la sanzione è stata la perdita di anzianità di un anno). In pratica, la condotta colpevole si deve essere ripetuta in più occasioni. Non basta quindi il ritardo su una singola sentenza a far scattare la responsabilità.

Inoltre è necessario che il ritardo nell’emissione della sentenza sia considerevole e non si tratti solo di pochi giorni.


note

[1] Cass. sent. n. 4323/14 del 24.02.2014.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube