Diritto e Fisco | Articoli

Opposizione decreto ingiuntivo: no maggiori somme o riconvenzionali

27 Febbraio 2014
Opposizione decreto ingiuntivo: no maggiori somme o riconvenzionali

L’opposto non può pretendere, nella comparsa di costituzione relativa al giudizio di opposizione, una somma maggiore di quella chiesta con l’ingiunzione: né può farlo presentando una riconvenzionale.

Una volta notificata l’opposizione a decreto ingiuntivo, il creditore opposto non può pretendere, nel relativo giudizio di opposizione, somme maggiori rispetto a quelle che aveva già chiesto nel decreto ingiuntivo; si tratterebbe, infatti, di una domanda nuova dedotta solo nella comparsa di risposta. Né potrebbe farlo presentando una domanda riconvenzionale, atteso che egli è l’attore sostanziale del giudizio di opposizione e – come noto – l’attore non può spiegare domande riconvenzionali. Solo il debitore opponente – che, in realtà, è il vero convenuto – è legittimato a proporre riconvenzionali.

A dirlo è una sentenza della Cassazione di questa mattina [1].

Il creditore opposto – specifica poi la Corte – che nel giudizio di opposizione svolge il ruolo di attore sostanziale, può proporre domande nuove rispetto all’ingiunzione solo in un caso: se, per effetto di una riconvenzionale proposta dall’opponente, egli venga a trovarsi, a sua volta, in una posizione processuale di convenuto. In tal caso, rispetto alla nuova o più ampia pretesa della controparte (debitore), non può essergli negato il diritto di difesa mediante la riconvenzionale sulla riconvenzionale [2].


note

[1] Cass. sent. n. 4743/14 del 27.02.14.

[2] C.d. Reconventio reconventionis.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube