HOME Articoli

Lo sai che? Separazione, l’assegno di mantenimento aumenta se l’ex si ammala

Lo sai che? Pubblicato il 27 febbraio 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 27 febbraio 2014

Percepisco da diversi anni il mantenimento dal mio ex marito, ma ora, a causa di una malattia invalidante, dovrò sostenere spese molto superiori all’assegno attualmente corrisposto. Come si ripartisce ora, tra marito e figli, l’obbligo di mantenimento, con le maggiori spese che si rendono necessarie?

In tal caso, il coniuge che percepisce l’assegno di mantenimento e che si ammala può chiedere una modifica dell’importo corrisposto mensilmente in ragione delle maggiori spese per l’insorgere, successivo alla separazione, di una malattia invalidante.

Infatti, la legge prevede la possibilità di presentare al Tribunale domanda di modifica delle condizioni di separazione se intercorrono fatti nuovi, che abbiano aggravato la situazione economica del coniuge beneficiario.

Il Tribunale dovrà, nel contempo, valutare la condizione patrimoniale del coniuge onerato al versamento dell’assegno e valutare se questi ha la possibilità di sopportare l’aumento della spesa, in relazione al reddito che percepisce.

Quanto ai figli, questi ultimi potrebbero essere gravati dell’onere di versare gli alimenti in favore della madre ammalatasi, ma la legge [1] richiede uno stato di bisogno e l’impossibilità di provvedere al proprio mantenimento da parte del beneficiato. Tali alimenti, peraltro, non possono considerarsi alternativi al dovere di versare un adeguato assegno da parte del coniuge separato, che ne abbia le possibilità economiche. Pertanto, il fatto che la madre possa chiedere gli alimenti ai figli non esclude il dovere dell’ex marito di continuare a versare l’assegno di mantenimento.

note

[1] Art. 433 cod. civ.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI