Diritto e Fisco | Articoli

Malattia da contagio: quando è possibile denunciare?

27 Marzo 2021
Malattia da contagio: quando è possibile denunciare?

Dopo  circa un anno di frequentazione con questo uomo, accusai problemi di natura ginecologica e solo in quell’occasione il mio compagno mi disse che i sintomi potevano essere riconducibili alla Clamidya, malattia venerea di cui lui era affetto.  In caso di contagio, vorrei sapere se anche ad un anno di distanza dalla mia scoperta della sua malattia posso procedere ugualmente con la denuncia. 

La condotta dell’uomo, in questo caso, potrebbe integrare il reato di lesioni gravissime, come tale perseguibile d’ufficio e non soggetto al termine di decadenza di tre mesi previsto per i reati perseguibili a querela di parte.

Per tali ragioni, in caso di positività al contagio, Lei sarebbe ancora in termini per denunciare l’uomo.

In questo caso, la condotta viene considerata come dolo eventuale, inteso come accettazione da parte dell’uomo della probabilità dell’evento, del fatto che abbia ripetutamente consumato rapporti sessuali non protetti, senza avvisare il partner del proprio stato, accettando la possibilità di contagiarla.

Ad ogni modo, il termine prescrizionale decorre dal giorno in cui tale malattia venga percepita, o possa essere percepita usando l’ordinaria diligenza e tenendo conto della diffusione delle conoscenze scientifiche, quale danno ingiusto conseguente al comportamento del terzo.

Pertanto, occorre avere riguardo non al momento in cui il terzo determina la modificazione che produce il danno o al tempo in cui la malattia si è manifestata all’esterno, bensì al momento in cui la malattia viene percepita o può essere percepita quale danno ingiusto conseguente al comportamento doloso o colposo del terzo.

Lei sarebbe, quindi, perfettamente in tempo.

Concludendo, Le auguro di risultare nuovamente negativa ai controlli; nella denegata ipotesi in cui tale controllo dovesse risultare positivo, allora Le consiglierei di procedere con la presentazione di una querela-denuncia alla procura di competenza, magari redatta da un avvocato che, così, possa tutelarLa nel migliore dei modi.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avvSalvatore Cirilla



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube