Diritto e Fisco | Articoli

Preavviso per dimissioni Ccnl commercio: quale disciplina?

24 Luglio 2021
Preavviso per dimissioni Ccnl commercio: quale disciplina?

Il lavoratore può dimettersi dal rapporto di lavoro a tempo indeterminato ma deve comunicare il recesso con un congruo preavviso.

Sei un lavoratore dipendente di una catena di negozi di abbigliamento. Al tuo rapporto di lavoro si applica il contratto collettivo del terziario. Vorresti dimetterti per accettare una nuova proposta di impiego e ti chiedi con quali termini di preavviso devi comunicare il tuo recesso.

Le parti del contratto di lavoro a tempo indeterminato possono recedere dal rapporto nel rispetto del periodo di preavviso previsto dal Ccnl applicato al rapporto di lavoro [1]. In alcuni contratti collettivi, la disciplina del preavviso è differente in caso di licenziamento ed in caso di dimissioni. Ha una regolamentazione ad hoc, ad esempio, il preavviso per dimissioni Ccnl commercio: quale disciplina?

Il contratto collettivo del terziario prevede dei termini di preavviso diversi in caso di dimissioni e di licenziamento. Inoltre, come vedremo, il preavviso non decorre dalla data di ricezione della comunicazione di recesso ma da una data fissa indicata dal Ccnl stesso. Ma andiamo per ordine.

Cos’è il preavviso di dimissioni?

La possibilità del lavoratore di dimettersi dal rapporto di lavoro deve essere valutata sulla base della natura del contratto di lavoro. In particolare, se il contratto è a tempo determinato, le parti non possono recedere dal rapporto di lavoro prima che sia decorso il termine previsto dalla lettera di assunzione, salve alcune ipotesi particolari (recesso per giusta causa, impossibilità oggettiva della prestazione, cessazione dell’attività aziendale).

In un contratto di lavoro a tempo indeterminato, invece, le parti possono sempre recedere dal rapporto di lavoro nel rispetto del periodo di preavviso previsto dal Ccnl applicato al contratto.

In realtà, la facoltà del recesso non è disciplinata ugualmente per entrambe le parti del rapporto di lavoro. Il datore di lavoro, infatti, può licenziare il dipendente solo se sussiste una giusta causa o un giustificato motivo. Il recesso datoriale deve essere, dunque, motivato e la ragione addotta deve essere realmente sussistente.

Viceversa, il dipendente può dimettersi in ogni momento dal rapporto di lavoro senza dover specificare la ragione che lo ha spinto a dimettersi. Le dimissioni sono, dunque, un atto libero e volontario e l’unico limite previsto dalla legge è il rispetto del periodo di preavviso di dimissioni.

Il preavviso ha la funzione di tutelare il datore di lavoro e consentirgli di organizzare l’attività aziendale alla luce del futuro recesso del lavoratore.

Quanto dura il preavviso di dimissioni?

La durata del preavviso di dimissioni è prevista dal contratto collettivo applicato al rapporto di lavoro che, generalmente, distingue i termini di preavviso sulla base dell’anzianità di servizio del lavoratore e del livello di inquadramento del dipendente.

Inoltre, occorre verificare se il preavviso sia indicato in giorni di calendario oppure in giorni di effettivo lavoro. Nel primo caso, infatti, per calcolare il preavviso è sufficiente verificare l’intervallo di tempo tra due date, a prescindere dall’effettiva prestazione di lavoro. Nel secondo caso, invece, si computano nel preavviso solo le giornate effettivamente lavorate.

Preavviso di dimissioni Ccnl Commercio

Il Ccnl Commercio prevede una disciplina del preavviso differente in caso di licenziamento e in caso di dimissioni. In questa seconda ipotesi, in particolare, sono previsti i seguenti termini di preavviso sulla base del livello di inquadramento del lavoratore e dell’anzianità aziendale.

Fino a cinque anni di servizio compiuti
Quadri e I Livello45 giorni di calendario
Il e III Livello20 giorni di calendario
IV e V Livello15 giorni di calendario
VI e VII Livello10 giorni di calendario
Oltre i cinque e fino a dieci anni di servizio compiuti
Quadri e I Livello60 giorni di calendario
Il e III Livello30 giorni di calendario
IV e V Livello20 giorni di calendario
VI e VII Livello15 giorni di calendario
Oltre i dieci anni di servizio compiuti
Quadri e I Livello90 giorni di calendario
Il e III Livello45 giorni di calendario
IV e V Livello30 giorni di calendario
VI e VII Livello15 giorni di calendario

Il Ccnl Commercio, inoltre, prevede che i predetti termini di preavviso decorrono dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese e non dalla data in cui il datore di lavoro riceve la comunicazione di recesso da parte del dipendente.


note

[1] Art. 2118 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube