Diritto e Fisco | Articoli

Chi eredita il fondo pensione?

27 Marzo 2021
Chi eredita il fondo pensione?

Chi sono i beneficiari del mio fondo pensione in caso di mio decesso? Non sono sposato e non ho figli; mio fratello è deceduto senza  lasciare coniuge né figli. Solo mia madre è in vita.

In base all’art. 14, c. 3. del D.Lgs. n. 252/2005, “in caso di morte dell’aderente ad una forma pensionistica complementare prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica l’intera posizione individuale maturata e’ riscattata dagli eredi ovvero dai diversi beneficiari dallo stesso designati, siano essi persone fisiche o giuridiche. In mancanza di tali soggetti, la posizione, limitatamente alle forme pensionistiche complementari di cui all’articolo 13, viene devoluta a finalità sociali secondo le modalità stabilite con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali. Nelle forme pensionistiche complementari di cui agli articoli 3, comma 1, lettere da a) a g), e 12, la suddetta posizione resta acquisita al fondo pensione”.

In sintesi, il legislatore ha previsto che, in caso di morte dell’aderente al fondo pensione, il diritto di riscatto spetta ai seguenti soggetti, nell’ordine indicato:

  • beneficiario designato dall’aderente;
  • eredi legittimi;
  • in mancanza di beneficiari designati e di eredi, il fondo non riscattato è destinato a finalità sociali (secondo modalità definite con decreto del Ministro del Lavoro) nelle forme pensionistiche individuali e al fondo pensione nelle forme pensionistiche collettive.

Come precisato anche dalla COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione), con deliberazione del 15 luglio 2008, nell’ipotesi in cui l’aderente abbia designato uno o più soggetti beneficiari, gli eredi non avrebbero diritto al riscatto del fondo pensione. Viceversa, se alcun beneficiario è stato designato, possono riscattare il fondo pensione gli eredi, secondo le regole della successione testamentaria o legittima (in assenza di testamento).

Nell’ipotesi di successione testamentaria, il diritto al fondo pensione spetta ovviamente all’erede nominato con testamento.

Nell’ipotesi di successione legittima, si applica la seguente regola: se il de cuius muore senza lasciare coniuge né figli, né fratelli o sorelle o loro discendenti, succedono il padre e la madre in eguali porzioni, o il genitore che sopravvive.

Nel caso del lettore, dunque, l’erede sarebbe esclusivamente la madre.

In ogni caso, il lettore può sin da ora nominare la madre come beneficiaria designata del fondo pensione in ipotesi di sua premorienza. In questo modo, a prescindere dall’eredità e dall’applicazione delle norme sulla successione, la madre sarà l’unica esclusiva titolare del diritto di riscatto del fondo pensione.

Articolo tratto da una consulenza dell’Avv. Maria Monteleone



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube