Cronaca | News

Vaccino AstraZeneca: cosa verrà deciso oggi

18 Marzo 2021 | Autore:
Vaccino AstraZeneca: cosa verrà deciso oggi

L’Ema comunica nel pomeriggio il più che probabile ritorno alla circolazione del siero anglo-svedese: «Benefici superiori ai rischi». Ok dell’Oms.

La decisione è scontata. Anche perché spalleggiata dall’Organizzazione mondiale della sanità. Il vaccino AstraZeneca tornerà ad essere distribuito tra i cittadini europei, dopo qualche giorno di stop precauzionale a causa di diversi casi di trombosi in Germania e di qualche decesso (anche in Italia) su cui non è emerso ancora alcun collegamento con il siero.

L’annuncio ufficiale è atteso per metà pomeriggio di oggi dal direttore esecutivo dell’Agenzia europea del farmaco, l’irlandese Emer Cooke, prima donna a capo dell’Ema. Miss Cooke chiederà ai 16 Governi dell’Unione che hanno sospeso le vaccinazioni di riprenderle, pur con le dovute precauzioni. Tuttavia, insiste l’Ema, «i benefici sono maggiori dei rischi». Quindi, avanti tutta. L’obiettivo a cui punta la Commissione di Ursula von der Leyen non è mutato: entro la fine dell’estate deve essere stato immunizzato il 70% della popolazione europea adulta che, in termini assoluti, si traduce in oltre 200 milioni di persone vaccinate entro luglio. A fine mese – promette la presidente della Commissione –, l’Unione avrà avuto 100 milioni di dosi ma a fine giugno saranno almeno 300 milioni. Due terzi forniti da Pfizer, ma poi anche da Moderna, Johnson&Johnson e AstraZeneca che, dunque, resterà nella partita.

Che i benefici del vaccino anglo-svedese siano superiori ai rischi è l’opinione espressa anche dall’Organizzazione mondiale della sanità: l’agenzia dell’Onu spinge per la ripresa delle vaccinazioni con AstraZeneca e spiega in un comunicato che il siero contro il Covid «non riduce le malattie o i decessi da altre cause. Il trombo-embolismo venoso è la terza malattia cardiovascolare più comune al mondo». Con o senza il vaccino, insomma. In questo caso, e secondo i dati in possesso dell’Ema, si parla di 11 casi di trombosi cerebrale su 5 milioni di persone vaccinate con AstraZeneca. Episodi, peraltro, sui quali non è stato trovato un collegamento tra la malattia ed il vaccino, anche se non è nemmeno escluso al 100%.

Prima dell’annuncio di Emer Cooke, tornerà comunque a riunirsi il Prac, cioè il Comitato dell’Ema responsabile del controllo dei rischi farmacologici, rischi che comprendono il riconoscimento, la valutazione, la riduzione e la comunicazione riguardo al pericolo di reazioni avverse, tenendo presente l’effetto terapeutico dei farmaci. Non si tratta di pochi intimi: il Comitato riunisce una sessantina di persone che arrivano da enti regolatori sanitari o dai ministeri della Salute dei Paesi membri. L’Italia è rappresentata da due donne dell’Aifa: Amelia Cupelli e Ilaria Baldelli. Saranno tutti questi esperti a prendere la decisione che oggi miss Cooke ci farà sapere.

Una delle soluzioni più probabili è che, insieme al ritorno in circolazione del siero anglo-svedese, l’Ema decida che nelle confezioni delle fiale ci debba essere un foglio illustrativo molto più esplicito sugli effetti collaterali e sulle possibili reazioni avverse al vaccino. E che, d’ora in poi, ci sia un monitoraggio costante e scrupoloso sulla campagna vaccinale che riguarda in particolare AstraZeneca.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

5 Commenti

  1. Guardate, il fatto che abbiano stabilito che il vaccino è sicuro e che i benefici sono superiori rispetto ai rischi, non avevo dubbi. Ma io sinceramente non mi fido. Ora, cercheranno di mascherare i pericoli. Le case farmaceutiche guadagnano sulla nostra pelle e se ne fregano. Qualche anima la si può sacrificare per interessi economici. O no? Ricordiamo quanti prodotti contenevano e continuano a contenere i parabeni che sono cancerogeni. E sono ancora in vendita. Quindi, non mi stupirebbe se nonostante i pericoli che si possono correre vanno a porre l’attenzione sui benefici. Ma a me non mi fregano!

  2. Allora, da premettere che sulla sicurezza del vaccino nessuno può metterci la mano sul fuoco. Non si conoscono gli effetti collaterali, a parte questi casi eclatanti segnalati, non si sa fino a quando e fino a che punto può proteggere dal contagio. Quindi, mi chiedo, perché dovrei sottopormi ad una doppia somministrazione di siero di cui non si conoscono l’efficacia e gli effetti collaterali? Che se lo facessero gli altri e poi vedremo se farlo o meno

  3. Conosco gente che si è beccata il virus nonostante il vaccino. Ora, come la mettiamo? Gente che ha preso il virus in forma lieve, proprio chi l’ha preso senza aver fatto il vaccino. Allora, ditemi, cosa cambia? Cioè si prende il virus, si può trasmettere, si continuano a seguire le stesse regole per chi non l’ha fatto. Quindi, cambia poco. Certo, magari per le persone anziane è una valida protezione, ma non vale per tutti a mio parere

  4. Non diciamo sciocchezze dai. La vaccinazione è un’ottima arma di protezione per il virus. Certo, magari c’è chi ha già ottime difese immunitarie e chi reagisce diversamente al vaccino. Lo si sapeva. D’altronde, come anche con i medicinali, per qualcuno sono più efficaci alcuni farmaci mentre per altri non vanno bene. Siamo in una pandemia e si cerca di scoprire la cura e la forma di prevenzione più valida. Mica abbiamo la bacchetta magica! Bisogna studiare i vari casi e valutare in base ai diversi soggetti se è il caso o meno di sottoporsi a vaccino. Anche per i soggetti allergici ad esempio era stato sconsigliato. Ma non stiamo sempre a criticare per partito preso. Cerchiamo piuttosto di essere responsabili e rispettare le varie regole di distanziamento sociale, di indossare correttamente la mascherina (c’è ancora chi la porta sotto il naso) e di essere civili!!!

  5. CONDIVIDO APPIENO IL COMMENTO DI IGNAZIO.

    AGGIUNGO,SI E’ PARLATO,E’ SI PARLA TANTO DELLA CIVILTA’;MA A MIO “MODESTO AVVISO”, PARE, RIBADISCO “PARE” CHE SVARIATI NON CONOSCONO NEANCHE IL VERO SIGNIFICATO DELLA PAROLA “UMANA CIVILTA'”, POICHE’ L’AUTENTICA UMANA CIVILTA’ E’ LA SEMPLICISSIMA “L’OGICA”;PER CUI,CIVILTA’ VUOL DIRE,CHE GLI MANIMALI DEBBONO VIVERE IN CAMPAGNA NEL LORO ABITAT NATURALE E’ DIVERTIRSI CON I LORO CONSIMILI;PER CUI NON IN CASA A VIVERE CON LE PERSONE,E’ PER I LORO NATURALI BISOGNI FISIOLOGICI,PORTARLI IN STRADA A “SBATTERE SOTTO IL MUSO DEGLI ALTRI I LORO ESCREMENTI ED URINE”,DI CUI,OLTRE IL FETORE DA VOLTASTOMACO,TALI “SPORCIZIE” REALMENTE CREANO “VIRUS”;SI PARLA TANTO, TANTO DEL COVID-19,SI “ISTIGA” PORTARE LA MASCHERITA TOGLIENDOCI “L’ARIA PURA” DI CUI E’L’UNICA COSA PURA RIMASTA;PERTANTO,IL VIRUS, GIUSTAMENTE CREATO IL NOME “CORONAVIRUS”, PERO’ IN TANTI ANCORA NON,RIBADISCO “NON” HANNO CAPITO,”HO NON VOGLIONO CAPIRE”,IL VERO SIGNIFICATO,DEL “GRIDO DI DOLORE” DI TANTI BAMBINI,GIOVANI,ECC.,PER IL “CAOS” SCATENATO. LO STESSO DICASI,DEL GRANDISSIMO GRIDO DI AIUTO E’ DI GRANDE DOLORE RELATIVO AL SIGNIFICATO DELLE “TRE CANZONI VINCITRICI DEGLI ULTIMI TRE ANNI DEL FESTIVAL DI SAN REMO”, PERTANTO “SALVIAMO” IN TEMPO I BAMBINI, GIOVANI,MEGLIO DIRE TUTTI NOI,E’ FACCIAMO STUDIARE LA GIOVENTU’ IN MODO DA NON FAR NASCERE PIU’ “BAMBINI SFORTUNATI”;IO LI CHIAMO COSI.

Rispondi a Den Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube