HOME Articoli

News Acquisti a distanza e fuori dai locali commerciali: le novità

News Pubblicato il 3 marzo 2014

Articolo di




> News Pubblicato il 3 marzo 2014

In arrivo importanti modifiche alle norme che disciplinano sia gli acquisti effettuati a distanza sia quelli effettuati fuori dai locali commerciali; dal prossimo giugno, infatti, entreranno in vigore significative novità che faranno crescere le tutele a favore del consumatore in tema di informazione, diritto di ripensamento e consegna.

 

Dal prossimo mese di giugno cambieranno diverse regole in materia sia di acquisti effettuati a distanza (cioè, ad esempio, inviando ordini con computer, cellulare o posta elettronica), sia di acquisti effettuati al di fuori dei centri commerciali o dei negozi (ad esempio quelli effettuati presso la propria abitazione o durante una gita).

Le nuove norme entreranno in vigore il prossimo 14 giugno e serviranno a potenziare il diritto di ripensamento del consumatore (cosiddetto diritto di recesso), di garantirgli una maggiore informazione prima di sottoscrivere l’acquisto e di prevedere più incisive garanzie sulla consegna del bene acquistato e sui costi.

Nel dettaglio, una delle novità più importanti è che aumenteranno rispetto al passato le informazioni che il venditore avrà l’obbligo di fornire in maniera chiara e comprensibile al consumatore prima della conclusione dell’acquisto.

Il venditore, infatti, dovrà fornire al consumatore informazioni sulle caratteristiche dei beni, sul prezzo totale, sulle modalità di pagamento, sulla garanzia.

In particolare, il consumatore dovrà essere informato sulla esistenza del diritto di ripensamento (cosiddetto diritto di recesso) e dovrà essere istruito sul modo in cui poter esercitare questo diritto.

Altre novità riguarderanno il diritto di ripensamento che è il diritto del consumatore di decidere di non acquistare più il bene dopo aver firmato il contratto e senza alcuna penalità.

Salirà infatti a 14 giorni (rispetto ai 10 di oggi) il termine per poter esercitare la facoltà di ripensamento.

I 14 giorni andranno calcolati a partire dal giorno dell’acquisto se si sono acquistati servizi (ad esempio una consulenza), mentre invece dovranno essere calcolati a partire dal giorno in cui la merce è recapitata alla residenza del consumatore in caso di acquisto di merci.

Nel caso in cui il consumatore non abbia ricevuto dal venditore l’informazione sull’esistenza del diritto di ripensamento, il tempo a disposizione per ripensare l’acquisto diventa di un anno e 14 giorni.

Altre novità importanti in tema di diritto di ripensamento:

– è stato predisposto un modulo-tipo per rendere più semplice per il consumatore decidere di rinunciare all’acquisto (ma è comunque possibile presentare qualsiasi altra dichiarazione compilata e firmata dal consumatore) ed è stato ridotto a 14 giorni (dai 30 attuali) il termine entro cui il venditore dovrà restituire al consumatore che abbia esercitato il ripensamento gli importi già eventualmente sborsati.

Infine, sarà il venditore (e non lo spedizioniere) ad essere responsabile dell’integrità del bene fino al momento in cui l’acquirente ne entra in possesso.

Se la merce non viene consegnata entro 30 giorni dalla data concordata fra venditore e consumatore, il medesimo consumatore potrà ottenere l’annullamento del contratto e anche il risarcimento dei danni.

Due ultime e conclusive annotazioni: il consumatore dovrà sempre dare una conferma scritta alle offerte accettate per telefono: per concludere un acquisto, insomma, non basterà più solo il consenso verbale dato per esempio con il telefono.

Tutte le tutele descritte, in conclusione, si applicheranno solo per gli acquisti che supereranno il valore di 50 euro.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI