Diritto e Fisco | Articoli

Amministrazione di sostegno: quali condizioni per ottenerla

3 marzo 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 marzo 2014



Beneficia dell’amministrazione di sostegno chi ha una menomazione fisica o psichica che incide sulla capacità di perseguire i propri interessi.

La persona che, a causa di un’infermità psichica o fisica, non sia in grado, temporaneamente o in modo permanente, di gestire i propri interessi può essere assistita da un amministratore di sostegno nominato dal giudice.

Secondo una recente ordinanza della Cassazione [1] il giudice adito, prima di provvedere alla nomina dell’amministratore, deve esaminare la condizione del soggetto e verificare la sussistenza dei requisiti richiesti dalla legge ai fini dell’amministrazione di sostegno e cioè del:

– requisito soggettivo: menomazione fisica o psichica (tale condizione deve essere provata dal richiedente con opportune certificazioni mediche);

– requisito oggettivo: incidenza effettiva di tale menomazione sulla capacità del soggetto di agire per tutelare i propri interessi patrimoniali e non; in altri termini, occorre che il soggetto sia nell’impossibilità di comprendere il senso delle proprie azioni o comunque di individuarne le conseguenze, al punto di aver bisogno dell’assistenza di un’altra persona che si occupi della tutela dei suoi interessi.

Dunque, è necessario effettuare un duplice accertamento e comprendere fino a che punto la menomazione fisica o psichica accertata incida sulle capacità del soggetto di avere autonomamente cura dei propri interessi.

L’amministratore di sostegno, una volta nominato, ha il dovere di perseguire gli interessi del beneficiario, i suoi bisogni e le sue aspirazioni. Quella dell’amministratore è una funzione meramente assistenziale che serve a sopperire alle incapacità del soggetto debole di prendersi cura di sé.

note

[1] Cass. ord. n. 2364 del 4.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. L’ammin.di sostegno cosa deve presentare al giudice tutelare? Quali sono le documentazioni x
    cessazione del mandato ?( x ad es. decesso del Soggetto in custodia?) Grazie

    1. L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al portale https://www.laleggepertutti.it. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI