Diritto e Fisco | Articoli

Riclassare l’immobile di lusso se perde di valore e si deteriora

4 Marzo 2014
Riclassare l’immobile di lusso se perde di valore e si deteriora

L’immobile prima di lusso può ottenere una rendita catastale inferiore se è cambiata la sua collocazione rispetto allo sviluppo urbano, e nello stesso tempo si è deteriorato.

Il proprietario dell’immobile che un tempo poteva considerarsi di lusso può ottenere una rendita catastale inferiore se, nel tempo, le caratteristiche primarie del fabbricato sono mutate e la costruzione si è deteriorata.

Il principio è stato sancito da una recente sentenza della Commissione Tributaria provinciale di Campobasso [1].

Possono contare, infatti, in tale valutazione, la vetustà dell’immobile e il paragone dello stesso con le ville adiacenti: circostanze che potrebbero portare a considerare l’abitazione non più di lusso.

In tema di classamento d’immobili, spetta all’amministrazione tracciare il necessario reticolo di riferimento (in assenza di specifiche norme di legge). In questa valutazione, i dati catastali costituiscono la base per il relativo giudizio e, quindi, per le relative imposte.

Pertanto, il privato, proprietario dell’immobile, ha sempre il diritto di chiedere una diversa classificazione catastale e quindi una diversa rendita del bene. In caso di risposta negativa da parte del fisco, il contribuente può sempre rivolgersi al giudice.

Inoltre, i termini di abitazione “signorile”, “civile”, “popolare” richiamano nozioni presenti nell’opinione comune a cui corrispondono caratteristiche che possono con il tempo mutare, sia sul piano della percezione dei consociati (si pensi al maggior rilievo che assume nella mentalità di oggi il numero dei servizi igienici, la collocazione centrale o periferica di un immobile), sia sul piano oggettivo per il naturale deperimento delle cose, cui non abbia posto rimedio una buona manutenzione; o per le mutate condizioni dell’area ove l’immobile si trovi.

Insomma, ciò posto, un immobile che un tempo era considerato di lusso può sempre essere “declassato” e, quindi, pagare meno tasse.


note

[1] C.T.P. Campobasso sent. n. 52 del 6.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube