Diritto e Fisco | Articoli

Quando i nipoti sono costretti a mantenere il nonno

4 Marzo 2014
Quando i nipoti sono costretti a mantenere il nonno

Mio nonno necessita di continua assistenza da parte di personale specializzato, con esborsi superiori alla sua pensione; i nipoti sono obbligati a mantenerlo?

I nipoti sono obbligati a prestare gli alimenti al nonno secondo i termini di legge e la legge è chiara in materia di diritto agli alimenti. Tocca ai nipoti pagare gli alimenti se non c’è nessuno prima di loro che abbia questo dovere secondo la legge; e se sì, ciò è solo nei limiti delle loro possibilità, tenuto conto delle esigenze del nonno, che comunque non possono superare quanto necessario a consentirgli non una vita libera e dignitosa.

I soggetti tenuti a pagare gli alimenti sono elencati dal codice civile [1] e ciascun soggetto, se è inserito in tale elenco, esclude quelli successivamente elencati.

Il primo della lista è il coniuge, poi vengono i figli e in loro mancanza i nipoti. Ve ne sono altri, ma ci fermiamo qui, dato che la domanda riguarda i nipoti.

La misura degli alimenti è decisa dal giudice sul caso concreto. La legge [2] dice che “gli alimenti possono essere chiesti solo da chi versa in stato di bisogno e non è in grado di provvedere al proprio mantenimento”; nonché, dall’altra, che gli alimenti “devono essere assegnati in proporzione del bisogno di chi li domanda e delle condizioni economiche di chi deve somministrarli”.

Posto questo principio teso a bilanciare le esigenze dell’uno con i doveri dell’altro, la legge precisa che gli alimenti “non devono tuttavia superare quanto sia necessario per la vita dell’alimentando, avuto però riguardo alla sua posizione sociale”. Da ciò gli studiosi e i giudici hanno dedotto che alimenti e mantenimento sono due cose diverse:

– gli alimenti hanno come scopo la mera sussistenza e poco più;

– il mantenimento mira invece a un tenore di vita conforme a quello condotto da chi presta il mantenimento.


note

[1] Art. 433 cod. civ.

[2] Art. 438 cod. civ.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube