HOME Articoli

News Dimissioni dal lavoro: sarà obbligatorio il fac simile?

News Pubblicato il 5 marzo 2014

Articolo di




> News Pubblicato il 5 marzo 2014

Bisognerà compilare un modello prestampato in triplice copia, scaricabile dal sito del Ministero o acquistabile dai rivenditori.

Cambia la procedura per dare le dimissioni dal lavoro.

L’intento del legislatore è quello di evitare le cosiddette “dimissioni in bianco”, ossia la triste pratica – attuata da alcune aziende – di far firmare ai propri dipendenti, già all’atto dell’assunzione, un foglio contenente le dimissioni, foglio da utilizzare eventualmente in caso di successivo licenziamento, onde evitare contestazioni o impugnazioni da parte del lavoratore.

Così, la riforma Fornero [1] aveva imposto, per tutte le dimissioni successive al 18 luglio 2012, il rispetto di una particolare procedura di convalida delle dimissioni medesime ad opera di soggetti come la Direzione Provinciale del Lavoro o il Centro per l’Impiego (per un approfondimento leggi l’articolo “Come dare le dimissioni dal lavoro dopo la riforma del 2012”)

Oggi però, la Commissione parlamentare Lavoro, tramite approvazione di un ddl, è intervenuta con una modifica determinante.

Il nuovo iter prevede l’utilizzo di modelli prestampati, numerati progressivamente, reperibili attraverso il sito internet del Ministero del Lavoro o tramite rivenditori autorizzati.

Il modulo da utilizzare dovrà essere redatto in tre copie (una per il datore, una per il lavoratore e una per l’ispettorato del Lavoro)  e non dovrà avere data di acquisto anteriore a 15 giorni rispetto alla data delle dimissioni.

La copia alla Direzione provinciale del lavoro potrà essere inviata, a cura del lavoratore, o tramite raccomandata A/R o a mano. La data delle dimissioni coinciderà con la data di ricezione a mano o di ricezione della raccomandata.

Viene lasciata inalterata la procedura nel caso di dimissioni della lavoratrice madre o della lavoratrice o lavoratore nei primi tre anni di vita del bambino, le quali dimissioni dovranno essere convalidate presso la Direzione Territoriale del Lavoro.

note

[1] L. 92/2012.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI