Diritto e Fisco | Articoli

Marito diventa ricco dopo il divorzio: nulla deve alla ex moglie

6 Marzo 2014
Marito diventa ricco dopo il divorzio: nulla deve alla ex moglie

Mantenimento invariato se i miglioramenti delle condizioni economiche del marito dipendono da eventi autonomi ed eccezionali rispetto all’attività svolta durante il matrimonio.

Se il marito migliora la propria condizione economica e vede crescere improvvisamente il proprio reddito dopo la sentenza di divorzio non sempre la moglie ha diritto a ottenere un aumento dell’assegno di mantenimento. Infatti, quando l’incremento dei guadagni dell’uomo dipende da eventi autonomi ed eccezionali rispetto all’attività da questi svolta durante il matrimonio, allora nulla è dovuto alla ex. Diversamente, se le mutate condizioni economiche costituiscono naturali e prevedibili sviluppi del lavoro esercitato nel corso del matrimonio, allora la donna ha diritto a un aumento del mantenimento.

Lo ha precisato ieri la Cassazione [1].

Per verificare se accettare o meno la richiesta di aumento dell’assegno di mantenimento, il giudice deve verificare se il valore delle attività della parte onerata al versamento costituisce uno sviluppo naturale e prevedibile dell’attività da essa svolta durante il matrimonio.

In particolare, nella determinazione dell’assegno divorzile bisogna tenere conto soltanto dei miglioramenti della situazione economica del coniuge che sono sviluppi naturali e prevedibili dell’attività svolta durante il matrimonio. Al contrario, non possono essere valutati quei miglioramenti che scaturiscono da eventi autonomi, non collegati alla situazione di fatto e alle aspettative maturate nel corso del matrimonio e aventi carattere di eccezionalità: in pratica tutti quegli eventi connessi a circostanze del  tutto occasionali ed imprevedibili.


note

[1] Cass. sent. n. 5132 del 5.03.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube