Diritto e Fisco | Articoli

Risponde di omicidio il medico che non trasferisce il paziente in una struttura ospedaliera adeguata

17 gennaio 2012


Risponde di omicidio il medico che non trasferisce il paziente in una struttura ospedaliera adeguata

> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 gennaio 2012



Risponde di omicidio colposo il medico che, consapevole della inadeguatezza della struttura ospedaliera ove è ricoverato d’urgenza un moribondo, non ne dispone subito il  trasferimento in un centro più idoneo.

Una paziente, trasportata urgentemente all’ospedale per il distacco della placenta, è poco dopo deceduta per via dell’assenza di strumenti diagnostici e terapeutici.

Secondo la Cassazione [1], in tal caso, il medico che aveva preso in cura la donna è responsabile di omicidio colposo per non aver trasferito la paziente in un ospedale più attrezzato. Infatti, da un lato il sanitario era a conoscenza dell’inadeguatezza della prima struttura ospedaliera, dall’altro lato vi era la certezza che la vittima, se tempestivamente trasferita altrove, si sarebbe salvata.

[1] Cass. sent. n. 1442 del 17 gennaio 20120.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI