Diritto e Fisco | Articoli

Bonus lavoratori stagionali 2021: come averli

25 Marzo 2021
Bonus lavoratori stagionali 2021: come averli

La misura è contenuta nel Decreto Sostegni, varato pochi giorni fa dal Governo Draghi per dare una risposta alla crisi di molti settori economici.

Nei 32 miliardi di euro del Decreto Sostegni rientrano anche gli aiuti ai lavoratori stagionali e ai lavoratori in somministrazione degli stabilimenti termali e del comparto turistico. Il provvedimento, appena licenziato dal Governo presieduto da Mario Draghi, vuole dare una boccata d’ossigeno a un’economia martoriata dal virus.

Per questo contiene una serie di misure pensate per venire in soccorso dei lavoratori dei settori più colpiti dalla pandemia di Coronavirus e dalle sue restrizioni anti-contagio. Confidando che possano al momento bastare e che, nella seconda parte dell’anno, sia pensabile uscire dalla logica dei sostegni al lavoro (per approfondire quanto detto di recente in proposito dal ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco leggi qui: Covid: il Governo annuncia misure meno severe).

Ai lavoratori stagionali e in somministrazione, presso imprese turistiche o stabilimenti termali, spetterà un’indennità pari a 2.400 euro. Si tratta della stessa categoria di lavoratori che, in forza del decreto legge dell’ottobre 2020, aveva percepito già l’anno scorso dei contributi.

I requisiti per accedere al bonus, previsti dal Decreto Sostegni, sono numerosi. Hanno diritto a beneficiare dell’agevolazione i lavoratori dipendenti che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il primo gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del Decreto Sostegni.

Inoltre, bisogna aver svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate, sempre nello stesso periodo di riferimento. I richiedenti del bonus stagionali 2021 non devono essere titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, escluso il contratto di lavoro intermittente.

I contributi, inoltre, non vengono erogati ai lavoratori che percepiscono la Nuova assicurazione sociale per l’impiego (Naspi), cioè l’indennità mensile di disoccupazione.

La richiesta va presentata dagli interessati entro il mese di aprile 2021, dal momento che l’intenzione dell’Esecutivo sarebbe quella di partire ad aprile almeno con le prime erogazioni da parte dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (Inps). Gli aiuti non concorrono alla formazione del reddito.

Viene riconosciuta anche un’indennità onnicomprensiva dell’importo di 2.400 euro ai lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali che siano in possesso, cumulativamente, di alcuni requisiti. Questi ultimi, come ricorda QuiFinanza, sono i seguenti:

  • la titolarità, nel lasso di tempo che va dal primo gennaio 2019 alla data di entrata in vigore del Decreto Sostegni, di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate;
  • titolarità, nel 2018, di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale sempre nello stesso settore, di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate;
  • non essere titolari, alla data di entrata in vigore del Decreto Sostegni, di pensione e di rapporto di lavoro dipendente.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. BUONGIORNO, MIA MOGLIE CHE HA AVUTO I BONUS NEL 2020, DEVE FARE DOMANDA PER IL BONUS DI 2.4OO EURO 2021? GRAZIE

    1. Le domande per beneficiare del bonus devono essere inviate all’Inps entro il 30 aprile. Tuttavia, l’Inps ha precisato che, in attuazione della previsione di cui all’art. 10, comma 1, del Decreto Sostegni, i lavoratori che hanno già beneficiato delle indennità previste dal Decreto Ristori, non devono presentare una nuova domanda per la fruizione dell’indennità, ma questa sarà erogata con le modalità indicate dagli stessi per il pagamento delle indennità già erogate.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube