Tech | Articoli

Trucchi per capire se il telefono è sotto controllo

3 Agosto 2021
Trucchi per capire se il telefono è sotto controllo

Quali sono le strategie per scoprire se le conversazioni al cellulare sono intercettate? Esistono dei metodi per capire se sui dispositivi mobili sono stati scaricati programmi spy software?

Uno psichiatra newyorkese, Joe Gold, ha dichiarato che una delle più grandi e diffuse paure dell’uomo del XXI secolo è quella di essere costantemente spiato; a questa fissazione, perché nella maggior parte dei casi è di questo che si tratta, viene attribuito il nome di “Sindrome di Truman” (dal film The Truman show).

Eppure, a volte, sospettare di essere sorvegliati non significa essere paranoici perché, se noti qualcosa di insolito sul tuo cellulare, potresti veramente essere vittima di un hacker che tenta di rubare le tue informazioni personali o di un partner eccessivamente geloso che vuole controllare i tuoi movimenti.

Per rassicurarti possiamo dirti subito che, se è vero che esistono diversi modi per invadere la tua privacy telefonica, è altresì vero che esistono molti trucchi per capire se il tuo telefono è sotto controllo. Conoscere questi escamotage, ti aiuterà a difenderti da chi, per un motivo o per un altro, cerca di violare il tuo diritto alla riservatezza.

Ti consigliamo, pertanto, di proseguire nella lettura di questo articolo perché ti parleremo non solo dei metodi per scoprire se il tuo telefono è controllato, ma anche di quei segnali che potrebbero farti sospettare che lo sia.

Come si può spiare un cellulare?

Prima di tutto, cerchiamo di capire come si può spiare un cellulare.

Devi sapere che esistono dei programmi (detti spy software o spyware) i quali, una volta installati sul tuo telefono, permettono di tracciarti in modo piuttosto minuzioso: tramite il semplice invio di un messaggio, possono avvisare chi ti spia se sei impegnato in una conversazione e consentirgli di ascoltarla; riescono, inoltre, a inviare copia di tutti gli sms che ricevi e ad accedere al tuo WhatsApp, Skype, Messenger o Facebook; consentono l’ascolto audio-ambientale, di geolocalizzarti e anche di attivare la videocamera del tuo cellulare.

Parliamo quindi di software anche piuttosto sofisticati acquistabili per cifre assolutamente abbordabili.

A questo punto, probabilmente, ti starai chiedendo come possa questo spyware essere finito sul tuo telefonino. La risposta è molto semplice. Potrebbe essere stato installato in maniera indiretta: magari, hai scaricato, distrattamente, un’applicazione non verificata, quindi non sicura, che lo “conteneva” e, una volta sul tuo telefono, ha iniziato ad inviare all’hacker informazioni utili per ricattarti o per accedere ai tuoi account online.

Ovviamente, c’è anche la possibilità, decisamente più inquietante, che qualcuno lo abbia installato di persona: esistono infatti programmi che, per funzionare, richiedono un accesso fisico al telefono. In questo caso, è molto probabile che tu non abbia di fronte un malintenzionato interessato a spiare una persona qualunque, ma qualcuno che abbia intenzione di controllare te in particolare.

Oltre agli spy software, esistono anche delle spie hardware cioè dei telefoni modificati fisicamente per permettere di controllare le comunicazioni di altre persone o di tracciarne gli spostamenti.

Cellulare sotto controllo: quali sono i segnali sospetti?

Di seguito, ti vogliamo elencare una serie di segnali che potrebbero indicare di avere il telefono sotto controllo. Ovviamente, siamo nel campo delle ipotesi per cui ti consigliamo, se li dovessi notare, di non saltare immediatamente a conclusioni affrettate.

Se ti accorgi, ad esempio, di interferenze o di rumori di fondo durante le tue telefonate questi potrebbero essere dovuti sia semplici problemi di rete o a innocue interferenze elettromagnetiche, ma anche segnalare la presenza di una microspia.

Un cellulare lento, che si riavvia autonomamente o che si illumina senza motivo; una batteria che dura meno del solito o che si surriscalda facilmente come anche un consumo di credito anomalo, sono situazioni che meritano di essere indagate.

Prestare attenzione a questi segnali è sicuramente buona norma ma poi, prima di formulare qualsiasi tipo di congettura, ti invitiamo a controllare lo stato della batteria del tuo telefono e ad accertarti che tutti gli aggiornamenti del tuo smartphone siano stati fatti.

La prima regola per proteggere la tua privacy è quella di adottare comportamenti prudenti: ti sconsigliamo, quindi, di prestare con leggerezza il tuo cellulare (ma in generale tutti i dispositivi elettronici), in quanto un malintenzionato vi potrebbe facilmente installare uno spyware.

Altro consiglio è quello di tenere sempre sotto controllo il traffico generato dal tuo smartphone e di cercare di utilizzare siti e app con protocollo https.

Utile potrebbe anche l’installazione di un antimalware capace di bloccare l’installazione di software-spia sul cellulare.

Un ottimo aiuto arriva inoltre da diverse applicazioni: tanto per farti un esempio, potresti trovare utile un programma come Device Analyzer che ti permette di individuare eventuali vulnerabilità presenti nel tuo sistema e settare le configurazioni del telefono in modo tale da non consentire tentativi di hackeraggio.

Infine, ti consigliamo di utilizzare delle password sicure: ti ricordiamo che 0000 e 1234 non sono tra queste.

Come capire se il tuo smartphone è controllato?

Se hai sospetti fondati per ritenere che il tuo telefono venga spiato, sicuramente sarà necessario venire a capo della situazione. Cosa fare ora? Puoi provare a chiedere assistenza al tuo gestore telefonico che ha la possibilità di verificare la presenza di eventuali cimici tramite strumenti professionali.

Analizzando la linea operativa, la compagnia telefonica sarà in grado di individuare la maggior parte delle intercettazioni illegali e le eventuali deviazioni di chiamata attive sul tuo cellulare.

Altra cosa che potresti fare è utilizzare delle applicazioni apposite: la già citata Device Analyzer, ad esempio, permette di visualizzare facilmente tutte le app presenti sul tuo cellulare e se ne dovessi individuare qualcuna sospetta basterà cercarla su Google per capire se è effettivamente uno spyware.

Se hai individuato un programma spia, la prima cosa da fare è rimuoverlo: una decisione ottimale sarebbe quella di ripristinare lo smartphone allo stato di fabbrica (ovviamente, prima assicurati di aver fatto un backup altrimenti perderai tutti i dati contenuti sul tuo telefono).

Per quanto riguarda un dispositivo hardware, la situazione è sicuramente più complessa perché si tratta di aprire fisicamente il telefono ed effettuare la bonifica dei circuiti: un lavoro che ha bisogno di professionisti del settore.

Altro consiglio è quello di rivolgersi alla polizia che valuterà la situazione: se ci sono effettivamente motivi di sospettare che il tuo telefono è sotto controllo, saranno loro ad effettuare indagini più approfondite.

Se si riesce a risalire all’identità di chi sta spiando il tuo telefono, puoi sporgere denuncia e questa persona potrebbe rischiare di andare in carcere per un periodo che va dai 6 mesi ai 4 anni perché colpevole del reato di interferenze illecite nella vita privata altrui [1].


note

[1] Art. 615 bis cod. pen.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube