Diritto e Fisco | Articoli

In che mese arriva la quattordicesima?

5 Agosto 2021
In che mese arriva la quattordicesima?

I contratti collettivi di lavoro possono prevedere il diritto del lavoratore a percepire delle mensilità aggiuntive di stipendio.

Sei stato assunto ad inizio anno da un’azienda che applica il contratto collettivo del commercio. Ti hanno detto che, oltre allo stipendio mensile, hai diritto sia alla tredicesima che alla quattordicesima. Non sapendo come funziona il pagamento di queste mensilità aggiuntive, in particolare, ti domandi in che mese arriva la quattordicesima.

Devi sapere che i contratti collettivi di lavoro hanno introdotto, nel corso degli anni, numerosi diritti a favore dei lavoratori in aggiunta a quelli già previsti dalle leggi. Ad esempio, molti Ccnl prevedono che il datore di lavoro debba pagare al lavoratore, oltre allo stipendio mensile per i 12 mesi dell’anno, anche una o due mensilità in più. Ma quando vanno pagate queste retribuzioni ulteriori? In che mese arriva la quattordicesima?

Nella gran parte dei casi, i Ccnl prevedono che la tredicesima debba essere pagata a Natale e la quattordicesima a luglio. Tuttavia, visto che questi diritti sono previsti solo dai contratti e non dalle leggi, occorre verificare nel singolo Ccnl applicato cosa si prevede sui tempi di pagamento.

Stipendio mensile: cos’è?

Se hai sottoscritto una lettera di assunzione [1] devi sapere che questo contratto produce obblighi e diritti reciproci sia per te che per il datore di lavoro. Il tuo principale dovere è svolgere la prestazione di lavoro prevista nel contratto, attenendoti all’orario di lavoro stabilito e alle direttive impartite, volta per volta, dall’azienda.

Inoltre, in base alla legge [2], sei anche tenuto a lavorare con diligenza ed impegno e a non rivelare mai a nessuno informazioni, documenti, segreti professionali che hai appreso mentre lavoravi. Oltre a questo, la legge obbliga il dipendente, per tutta la durata del rapporto di lavoro, a non fare attività in concorrenza con il proprio datore di lavoro. Per fare un esempio, se sei stato assunto come commerciale da un’azienda che vende caldaie non puoi, contemporaneamente, fare il consulente alle vendite per un’impresa che vende lo stesso tipo di prodotti.

Ma quali sono i doveri del datore di lavoro? Il principale obbligo dell’azienda è pagare lo stipendio mensile al dipendente che è il corrispettivo per il lavoro svolto. Ovviamente, oltre al versamento della retribuzione, il datore di lavoro deve anche pagare i contributi previdenziali all’Inps ed i premi assicurativi all’Inail.

Stipendio mensile: a quanto ammonta?

Nel contratto di lavoro, il lavoratore e il datore di lavoro possono decidere liberamente l’ammontare dello stipendio mensile riconosciuto al lavoratore. Si tratta di una libera scelta che è anche frutto delle dinamiche del mercato. Tuttavia, la retribuzione pattuita non può mai scendere al di sotto di una soglia minima, ossia, i cosiddetti minimi salariali previsti dal Ccnl di settore in base al livello di inquadramento del lavoratore.

Lo stipendio mensile deve essere pagato al dipendente alla fine del periodo di paga. In teoria, ad esempio, lo stipendio di gennaio deve essere pagato il 1° febbraio, e così via. I Ccnl, però, di solito, fissano delle tempistiche di pagamento diverse, prevedendo che la retribuzione deve essere accreditata il giorno 27 del mese oppure entro il giorno 5 del mese. Il dipendente ha diritto allo stipendio per tutti i mesi dell’anno e, dunque, per 12 mensilità.

Quattordicesima: cos’è?

La maggior parte dei Ccnl, tuttavia, prevede che il dipendente ha diritto ad un numero di mensilità superiore ai 12 mesi dell’anno. In questo caso, si parla di mensilità aggiuntive. Alcuni Ccnl prevedono che il datore di lavoro debba erogare al dipendente anche la tredicesima mensilità e, talvolta, anche la quattordicesima.

Ma cos’è la quattordicesima? Si tratta semplicemente di uno stipendio mensile ulteriore che viene erogato al lavoratore in aggiunta alle 12 mensilità di retribuzione ed alla tredicesima.

Quattordicesima: come si calcola?

La quattordicesima matura in ratei mensili a partire dalla data di assunzione. Se, ad esempio, sei stato assunto il 1° gennaio e il Ccnl prevede che la quattordicesima viene pagata il 1° luglio, nell’anno di assunzione, non prenderai la mensilità aggiuntiva piena ma avrai diritto a 6 ratei di quattordicesima.

Ogni rateo si calcola dividendo la quattordicesima, che è pari ad una mensilità di stipendio, diviso 12. In ogni caso per conoscere esattamente l’importo della quattordicesima occorre consultare il Ccnl che potrebbe prevedere, ad esempio, che non tutte le voci retributive devono essere incluse nel calcolo della mensilità aggiuntiva.

Una volta erogata, la quattordicesima si azzera e inizia nuovamente ad essere accumulata, mese per mese, in ratei.

Se il rapporto di lavoro cessa, il lavoratore ha diritto all’erogazione dei ratei accumulati sino alla data di cessazione.

Quattordicesima: quando viene pagata?

Come abbiamo visto, la disciplina della quattordicesima è contenuta interamente nel contratto collettivo poiché non è prevista dalle leggi dello Stato. Ne consegue che la data di pagamento della mensilità aggiuntiva è stabilita dal Ccnl ed è nel relativo testo che deve essere verificata. Tradizionalmente, questa mensilità aggiuntiva ha la funzione di sostenere la spesa delle famiglie italiane in vista delle ferie di agosto e, dunque, viene pagata a luglio ma i Ccnl potrebbero anche prevedere regole diverse.


note

[1] Art. 2094 cod. civ.

[2] Art. 2104 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube