Diritto e Fisco | Articoli

Come si calcola il reddito del nucleo familiare?

6 Agosto 2021 | Autore: Vincenzo Delli Priscoli
Come si calcola il reddito del nucleo familiare?

Come si determina il reddito familiare e quali sono i redditi che invece non rientrano nel calcolo.

Se devi richiedere la certificazione relativa all’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) del tuo nucleo familiare, che attesti la tua temporanea situazione di obiettiva difficoltà economica, in modo da richiedere allo Stato bonus o sussidi di vario tipo, devi sapere che tali agevolazioni vengono assegnate in base al reddito del tuo nucleo familiare, sia nel caso in cui tu conviva ancora coi tuoi genitori, sia nel caso in cui tu abbia creato una tua famiglia. In questo articolo, vedremo come si calcola il reddito del nucleo familiare e cosa si intende per nucleo familiare.

Inoltre, per evitare di commettere errori, analizzeremo quali sono le tipologie di reddito che occorre considerare per calcolare il reddito del nucleo familiare e quali redditi, invece, non vanno computati ai fini del calcolo.

Cosa si intende per reddito del nucleo familiare?

Il nucleo familiare consiste nell’insieme dei membri che compongono la famiglia anagrafica di un contribuente.

Per calcolare il reddito del nucleo familiare si deve considerare l’ammontare complessivo dei singoli redditi di tutti i membri del nucleo familiare in un determinato anno.

Le categorie reddituali da prendere in considerazione sono:

  • redditi fondiari;
  • redditi di capitale;
  • redditi di lavoro dipendente;
  • redditi di lavoro autonomo;
  • redditi di impresa;
  • redditi diversi.

I redditi fondiari sono i redditi riguardanti gli immobili ed i terreni che sono situati in Italia. Ad esempio, il reddito derivante dalla locazione di un terreno è un reddito fondiario.

I redditi di capitale sono i proventi derivanti dalla partecipazione in società, come ad esempio la percezione dei dividendi da parte del socio di una società per azioni.

I redditi di lavoro dipendente sono quelli che derivano da rapporti aventi ad oggetto la prestazione di lavoro sotto la direzione del datore di lavoro.

I redditi di lavoro autonomo sono quelli che derivano dall’esercizio di arti (ad esempio, un pittore) e professione (ad esempio, un avvocato).

I redditi di impresa sono i proventi derivanti dall’esercizio di un’attività commerciale da parte di un imprenditore.

La categoria denominata “redditi diversi” ha carattere di residualità, in quanto comprende una serie di redditi privi dei tratti caratteristici dei redditi delle precedenti categorie.

Non sono invece considerati redditi e, quindi, non vanno computati nel calcolo del reddito del nucleo familiare:

  • le indennità di buonuscita ed altri trattamenti di fine rapporto;
  • le somme aventi natura risarcitoria;
  • le pensioni di guerra e le indennità di accompagnamento.

Il reddito del nucleo familiare corrisponde al reddito complessivo lordo?

Il reddito del nucleo familiare corrisponde al reddito complessivo lordo dell’intera famiglia, ossia la somma dei redditi percepiti da ciascun componente del nucleo familiare in un determinato anno d’imposta, prima di sottrarre eventuali oneri deducibili, cioè alcuni costi sostenuti in quello stesso anno ritenuti meritevoli di tutela.

Per calcolare il reddito del nucleo familiare occorre tener presente le suddette 6 categorie reddituali.

Facciamo un esempio.

In una famiglia composta da tre persone (due genitori e un figlio): il padre percepisce un reddito da lavoro dipendente, perché magari ha un contratto di lavoro e il suo datore di lavoro gli versa ogni mese lo stipendio, per un totale annuo lordo pari a 20.000,00 euro; la madre percepisce un reddito fondiario, perché ha dato in affitto un immobile di sua proprietà da cui percepisce un canone annuo pari a 5.000,00 euro; il figlio è uno studente e, quindi, non ha un proprio reddito. Per arrivare a determinare il reddito del nucleo familiare, si sommano il reddito annuo da lavoratore dipendente percepito dal padre (20.000,00 euro) e il reddito fondiario annuo percepito dalla madre (5.000,00). Il reddito del nucleo familiare nell’anno 2020 è pari a 25.000,00 euro.

Come si calcola il reddito imponibile di ogni singolo componente del nucleo familiare?

Dal reddito complessivo lordo conseguito da ogni componente del nucleo familiare, per giungere al reddito imponibile, si sottraggono gli oneri deducibili, cosicché viene detassata quella parte di reddito utilizzata per finalità considerate dallo Stato meritevoli di tutela.

Gli oneri deducibili sono costituiti da spese personali che incidono sulla capacità contributiva del contribuente. Sono deducibili, tra gli altri, i seguenti oneri:

  • le spese mediche e quelle di assistenza specifica necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione;
  • gli assegni periodici corrisposti al coniuge a seguito di separazione, annullamento o scioglimento del matrimonio;
  • i contributi previdenziali e assistenziali versati secondo quanto disposto dalla legge;
  • le erogazioni liberali in denaro effettuate a favore di università, fondazioni universitarie ed enti pubblici di ricerca.

Sempre secondo il precedente esempio, se il padre (che nel 2020 ha percepito un reddito da lavoro dipendente pari a 20.000,00 euro) ha effettuato un’erogazione liberale di 1.000,00 euro a favore di un ente di ricerca pubblico, tale costo viene sottratto dal suo reddito complessivo lordo, cosicché il suo reddito imponibile è pari a 19.000,00 euro (20.000,00  euro – 1.000,00 euro).



Di Vincenzo Delli Priscoli


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube