Più tutela in malattia per i lavoratori fragili

2 Aprile 2021 | Autore:
Più tutela in malattia per i lavoratori fragili

Diritto a svolgere l’attività in smart working ma, se non è fattibile, assenza equiparata al ricovero dal 1° marzo al 30 giugno 2021.

I lavoratori fragili che non hanno la possibilità di svolgere la loro mansione in smart working verranno tutelati dalla malattia fino al 30 giugno 2021, con effetto retroattivo dal 1° marzo. Lo stabilisce il decreto Sostegni.

La normativa in vigore dice che, fino a tale data, il lavoratore fragile deve prestare attività in modalità agile, ricorrendo se necessario ad un cambiamento di mansione che appartenga alla sua stessa categoria o area di inquadramento. Può anche svolgere delle attività di formazione da remoto.

Può capitare, però, che l’attività del dipendente non possa essere effettuata a distanza. In questo caso, per i lavoratori fragili pubblici e privati che hanno una certificazione rilasciata dagli organi medico-legali competenti scatta la tutela della malattia che rende equiparato il periodo di assenza dal lavoro al ricovero ospedaliero e che prevede una decurtazione ai 2/5 dell’indennità nel caso non ci siano dei familiari a carico. Il trattamento è riservato ai soli dipendenti pubblici.

La certificazione medica deve attestare una condizione di rischio da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita. Sono compresi tra i lavoratori fragili quelli in possesso del riconoscimento di disabilità grave.

Questa regola era inizialmente prevista fino al 31 luglio, poi è stata prorogata fino al 15 ottobre e, infine reintrodotta dall’inizio di quest’anno fino al 28 ottobre scorso. Ora, il decreto Sostegni prolunga la tutela fino al 30 giugno, partendo però dal 1° marzo 2021, in modo da non lasciare scoperto il periodo tra la fine della vecchia proroga e l’inizio di quella nuova. Resta, purtroppo, senza tutela il periodo tra il 16 ottobre e il 31 dicembre 2020.

Il decreto Sostegni, inoltre, prevede che la tutela di malattia dal 1° marzo fino al 30 giugno 2021 per i lavoratori fragili non deve essere calcolata nel periodo di comporto.

In sintesi, le novità apportate dal decreto Sostegni per la tutela dei lavoratori fragili sono:

  • il diritto a svolgere di norma la prestazione lavorativa in smart working, anche attraverso l’adibizione a mansione diversa rispetto a quella abituale;
  • l’equiparazione del periodo di assenza dal servizio al ricovero ospedaliero dal 1° marzo al 30 giugno 2021 in caso di impossibilità di lavoro in modalità agile;
  • l’esclusione di questa tutela in malattia dal periodo di comporto.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube