Aiuti, bollette, tasse: ecco cosa cambia con il Dl Sostegni

3 Aprile 2021 | Autore:
Aiuti, bollette, tasse: ecco cosa cambia con il Dl Sostegni

Il ministero dell’Economia illustra i contributi ed il contenuto della pace fiscale. Annullamento delle cartelle 2000-2010 il 30 aprile.

Quasi 16 miliardi di euro per erogare aiuti a favore di autonomi e professionisti e per cancellare i debiti con il Fisco. È la sintesi del decreto Sostegni presentato nei dettagli dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Si parla di aiuti per le bollette, contributi per le partite Iva e lavoratori agricoli, di fondo montagna per le stazioni sciistiche e gli operatori del turismo montano, di fondo autonomi e professionisti, proroga della sospensione delle riscossioni e di cancellazione cartelle. Ecco cosa cambia per ogni settore.

Contributi a fondo perduto

Si parte dai contributi a fondo perduto per imprese e professionisti. Le risorse, ricorda il Mef, andranno ai soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica che svolgono:

  • attività d’impresa, arte o professione;
  • titolari di partita Iva residenti o stabiliti nel territorio dello Stato;
  • soggetti titolari di reddito agrario.

Il contributo, che coinvolge una platea potenziale di 5,7 milioni di soggetti, spetta a imprese e professionisti i cui compensi o ricavi nel 2019 non superino i 10 milioni di euro. L’ammontare medio mensile del fatturato o dei corrispettivi dell’anno 2020 deve essere inferiore almeno del 30% rispetto a quello del 2019. Il ristoro spetta anche a chi ha iniziato l’attività nel 2019 e, nei limiti dei requisiti previsti, per coloro che hanno attivato una partita iva dal primo gennaio 2020.

L’importo è pari a una percentuale del calo del fatturato medio mensile registrato nel 2020 rispetto al 2019. Queste le cinque fasce di ristoro basate sul fatturato 2019:

  • 60% della perdita media mensile per fatturati inferiori a 100.000 euro;
  • 50% per fatturati fra 100.000 e 400.000 euro;
  • 40% per fatturati fra 400.000 e 1 milione di euro;
  • 30% per fatturati fra 1 e 5 milioni di euro;
  • 20% per fatturati fra 5 e 10 milioni di euro.

Il nuovo bonus potrà essere richiesto via web all’Agenzia delle Entrate compilando online un modulo da presentare entro e non oltre il 28 maggio 2021.

Bollette

Le imprese potranno ottenere la riduzione degli oneri delle bollette elettriche, per i mesi di aprile, maggio e giugno 2021, con riferimento alle voci identificate come «trasporto e gestione del contatore» e «oneri generali di sistema».

Fondo montagna

Il decreto stanzia risorse aggiuntive a favore degli operatori del turismo invernale legato alle stazioni sciistiche e delle attività correlate.

Si prevede, in particolare, l’istituzione di un fondo a favore delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano con dotazione di 700 milioni per il 2021, da ripartire tenendo conto delle presenze turistiche e del fatturato delle attività interessate registrati nel triennio 2017-19 su proposta della Conferenza degli enti territoriali.

Fondo autonomi e professionisti

Aumenta di 1,5 miliardi di euro per il 2021 il Fondo per l’esonero dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo inferiore a 50.000 euro e abbiano subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nel 2020 superiore al 33 per cento rispetto a quelli del 2019. Il beneficio interessa una platea di 820.000 soggetti.

Sospensione della riscossione

Slitta al 30 aprile 2021 la data finale del periodo di sospensione dei termini di versamento, derivanti da cartelle di pagamento, nonché dagli avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non. Nuovo termine, fissato per il 31 luglio 2021, anche per il versamento delle rate delle definizioni agevolate dei carichi affidati alla riscossione (rottamazione-ter e saldo e stralcio), in scadenza nell’anno 2020. Mentre per le rate in scadenza nel periodo tra il 28 febbraio e il 31 luglio 2021 viene fissato al 30 novembre 2021 il termine di versamento delle rate in scadenza (rottamazione-ter).

Il decreto Sostegni introduce, inoltre, la proroga dei termini di notifica delle cartelle, nonché di prescrizione e decadenza delle relative entrate riferite ai ruoli consegnati durante il periodo di sospensione e a quelli che saranno consegnati fino alla fine dell’anno 2021. La proroga è di:

  • 12 mesi dei termini per la notifica delle cartelle di pagamento, relative ai nuovi carichi che verranno affidati dagli enti creditori all’agente della riscossione fino al 31 dicembre 2021;
  • 24 mesi dei termini di decadenza e prescrizione delle entrate, tributarie e non tributarie, contenute in tali carichi.

Slitta al 30 aprile il termine finale della sospensione dei pignoramenti presso terzi relativi alle somme dovute a titolo di stipendio, salario, altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego.

Il provvedimento prevede anche l’annullamento delle cartelle esattoriali di importo fino a 5 mila euro, relative al periodo 1° gennaio 2000 – 31 dicembre 2010, per i soggetti con reddito inferiore a 30.000 euro. L’importo delle cartelle è comprensivo di capitale, interessi e sanzioni. L’annullamento avverrà alla data del 30 aprile 2021.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube