Diritto e Fisco | Articoli

Esame avvocato 2022

14 Dicembre 2021 | Autore:
Esame avvocato 2022

Come superare l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense? Le prove da sostenere e la proroga dei termini per la compiuta pratica.

Ti sei iscritto alla facoltà di giurisprudenza spinto da un’irrefrenabile desiderio di combattere le ingiustizie nelle aule dei tribunali a colpi di brillanti arringhe e atti scritti a regola d’arte. Dopo tanti anni di sacrifici e rinunce, uno studio incessante e una ricerca minuziosa, sei riuscito a conseguire la laurea in legge. Hai trovato uno studio legale per lo svolgimento del periodo di praticantato (per chi non lo sapesse, la durata è di 18 mesi). Nel frattempo, ti sei sentito dire, oppure hai potuto constatare da solo leggendo gli ultimi dati statistici, che il numero di avvocati in Italia è fin troppo elevato rispetto alle reali esigenze della popolazione; di conseguenza, diventa davvero ambiziosa la voglia di emergere nella «giungla» degli studi legali. Ma tu non ti sei mai arreso, non ti sei lasciato scalfire da queste preoccupazioni, così hai proseguito dritto per la tua strada. Piuttosto, ad intimorirti è la preparazione dell’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense. Un passaggio obbligato e necessario per la realizzazione del tuo sogno.

È molto alto il rischio di lasciarsi sopraffare dall’ansia, non riuscire ad organizzare in maniera strutturata il proprio studio ed arrivare fino agli ultimi giorni prima della prova orale con l’acqua alla gola. Quindi, se stai leggendo questo articolo, con molta probabilità, ti starai chiedendo come lavorare al meglio sulla tua ars oratoria e come preparare l’esame di avvocato 2022.

Quanto tempo occorre per acquisire le conoscenze necessarie per il conseguimento del titolo? C’è un percorso di studi completo che possa consentirti di preparare la seconda prova orale anche in poche settimane?

Puoi seguire corsi di preparazione per l’esame orale d’avvocato in cui vengono proposti: un calendario e un programma di studio personalizzati; un pacchetto completo di lezioni per le materie d’esame; la consultazione di materiali didattici e di ripasso; l’accesso ad una piattaforma di e-learning; la simulazione finale d’esame; gli incontri di tutoraggio per la verifica delle competenze acquisite, l’analisi e la risoluzione delle eventuali difficoltà riscontrate dal corsista durante lo studio individuale.

Ma procediamo con ordine e analizziamo quali sono le prove da sostenere per l’esame di avvocato 2022 e scopriamo quali sono le novità per la prossima sessione d’esame. Negli ultimi giorni, infatti, è stato prorogato il termine della compiuta pratica consentendo l’accesso alla sessione d’esame 2021/2022 anche a tutti i candidati che concludono la pratica forense entro il 6 gennaio 2022.

Esame di avvocato: quali sono le prove da sostenere?

A causa della pandemia causata dal Covid-19, l’esame 2020 è stato rimandato dal mese di dicembre al mese di aprile, facendolo slittare quindi al 2021. A seguito dell’emergenza sanitaria, ministro della Giustizia ha disposto una modifica nella forma d’esame: le prove scritte, consistenti nella redazione di due pareri motivati (uno di diritto civile e uno di diritto penale) e di un atto giudiziario a scelta (tra diritto privato, diritto penale e diritto amministrativo), sono state sostituite da un esame orale rinforzato (cioè da un doppio orale).

Quali saranno le modalità d’esame per la prossima sessione d’esame 2022? Il Decreto Capienza, pubblicato l’8 ottobre, ha confermato il doppio orale per l’esame di stato per l’abilitazione all’esercizio della professione forense. Analizziamo nel dettaglio in cosa consistono le due prove.

Esame avvocato 2022: prima prova orale

La prima prova orale ha ad oggetto l’esame e la discussione di una questione pratico applicativa, consistente nella soluzione di un caso, al fine di verificare le conoscenze di diritto sostanziale e di diritto processuale in una materia a scelta dal candidato tra: diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo. La durata della prima prova orale è di 60 minuti: il candidato ha a sua disposizione 30 minuti per analizzare il caso sottopostogli con l’aiuto dei codici annotati con la giurisprudenza e, successivamente, 30 minuti per esporre la soluzione. Il punteggio minimo per il superamento della prima prova è di 18 punti.

Esame avvocato 2022: seconda prova orale

La seconda prova consiste nella discussione di questioni relative a cinque materie a scelta tra:

  • diritto civile e diritto penale;
  • procedura civile e procedura penale;
  • tre argomenti fra diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto tributario, diritto commerciale, diritto del lavoro, diritto dell’Unione europea, diritto internazionale privato, diritto ecclesiastico.

Inoltre, il candidato dovrà dare prova della conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri degli avvocati.

Per il superamento dell’esame di Stato di avvocato, il candidato deve ottenere un punteggio complessivo non inferiore a 108 punti e, in almeno 5 materie, non inferiore a 18 punti.

Esame avvocato 2022: proroga del termine per la pratica forense

Con Decreto Ministeriale della Guardasigilli, Marta Cartabia, è stata ampliata la platea dei praticanti avvocati ammessi a partecipare alla prossima sessione dell’esame di Stato 2021/2022 per l’abilitazione alla professione forense.

Entro il 7 gennaio 2022, potranno presentare la domanda di ammissione all’esame di avvocato anche i praticanti che completeranno il tirocinio forense entro il 6 gennaio 2022. Una deroga alla disciplina ordinaria che, ogni anno dal 1933, individuava il termine ultimo del 10 novembre per la compiuta pratica.

Nella scorse settimane, l’Unione Praticanti Avvocati aveva svolto un incontro presso il ministero della Giustizia ponendo la questione dell’«impossibilità di numerosi praticanti, che non hanno terminato la pratica forense entro il 10 novembre 2021, di partecipare alla sessione 2021» e chiedendone l’estensione dei termini così «da consentire a tutti i praticanti, che avranno concluso la pratica forense prima della scadenza del bando, di sostenere l’esame già nella prossima sessione».

Bypassata la tradizionale scadenza del 10 novembre e prorogato il tempo utile per il completamento della pratica fino al 6 gennaio, di conseguenza le prove d’esame slitteranno da dicembre al 21 febbraio 2022.

Esame avvocato 2022: Green pass obbligatorio

Ai sensi dell’art.6 comma 3 del Decreto Capienza, per limitare il rischio di contagio da Covid-19, per poter accedere e sostenere l’esame di stato per l’abilitazione alla professione forense i candidati dovranno esibire il Green pass.

.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube