HOME Articoli

Lo sai che? Indennità di disoccupazione: se il datore non paga l’indennità sostitutiva

Lo sai che? Pubblicato il 13 marzo 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 13 marzo 2014

Indennità e rendite: mancata erogazione da parte del datore di lavoro e obbligo di pagamento da parte dell’Inps.

L’INPS non è tenuto a pagare l’indennità di disoccupazione – e quindi dell’indennità di mobilità – per tutto il periodo in cui il datore di lavoro versa, all’ex dipendente, l’indennità sostitutiva di disoccupazione. Ciò però solo a condizione che il datore medesimo la corrisponda effettivamente.

Viceversa, se il datore è inadempiente e, di fatto, non versi tale indennità sostitutiva, anche se il lavoratore ne abbia diritto, l’Istituto di Previdenza non può procrastinare il pagamento della indennità di disoccupazione al dipendente rimasto ormai senza fonti di reddito.

È questa la sintesi di una ordinanza della Cassazione [1].

In pratica, avviene che, quando si verifica un licenziamento (salvo quello “in tronco”, ossia per giusta causa), il datore di lavoro deve versare, al lavoratore mandato a casa immediatamente, una indennità detta “di preavviso”,  per una durata di tempo fissata dai contratti collettivi nazionali di lavoro.

Se il datore versa effettivamente tali somme all’ex dipendente, quest’ultimo non potrà ancora ottenere, dall’Inps, l’indennità di disoccupazione.

Al contrario, se l’indennità di preavviso non viene versata dal datore, allora l’Inps non può rifiutare il pagamento al disoccupato dell’indennità di disoccupazione.

note

[1] Cass. ord. n. 10669 del 26.06.2012.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. leggendo meglio ho capito che il vostro intento era di parlare dell’indennità sostitutiva del preavviso e non dell’indennità di preavviso. Mi scuso per la mia errata interpretazione dovuta alla lettura frettolosa del vostro articolo. Mi complimento invece con voi per il tentativo, non sempre facile, di tradurre in linguaggio comprensibile per tutti alcuni disposti legislativi a volte abbastanza complicati da capire. grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI