Cronaca | News

Vaccino AstraZeneca: il ministero della Salute cambia idea

8 Aprile 2021 | Autore:
Vaccino AstraZeneca: il ministero della Salute cambia idea

In una circolare pubblicata nella notte, si raccomanda l’uso sulla popolazione over 60. Quella su cui all’inizio era sconsigliata.

Ennesimo colpo di scena sul vaccino AstraZeneca. In una circolare pubblicata la scorsa notte, il ministero della Salute, pur confermando l’efficacia del siero per chi ha almeno 18 anni di età, raccomanda la somministrazione di Vaxzevria solo agli ultrasessantenni. Cioè a quella fascia di popolazione per la quale, all’inizio della campagna vaccinale, AstraZeneca era sconsigliato.

Nella circolare di poche righe, firmata dal direttore generale del ministero, Gianni Rezza, si consiglia dunque «un uso preferenziale nelle persone di età superiore ai 60 anni», perché nelle persone di età più avanzata si riscontra un «basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte della elevata mortalità da Covid-19».

Ciò non vuol dire, però – si legge ancora nelle nuove indicazioni del ministero – che chi non ha ancora compiuto i 60 anni e deve essere richiamato per fare la seconda dose del vaccino debba cambiare farmaco: «In virtù dei dati ad oggi disponibili, chi ha già ricevuto una prima dose del vaccino Vaxzevria può completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino», fa sapere Rezza.

Ieri pomeriggio, l’Agenzia europea per il farmaco (Ema) aveva fatto sapere che c’è un possibile legame tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca ed i casi molto rari di trombosi rilevati nelle ultime settimane tra le persone che hanno ricevuto questo siero. Un rischio – ha avvertito ancora l’Ema – che finora, nella maggior parte dei casi segnalati, si è verificato in donne con un’età inferiore a 60 anni ed entro 2 settimane dalla vaccinazione. Tuttavia, ha concluso l’Agenzia, il comitato di farmacovigilanza Prac ha confermato che «i benefici del vaccino AstraZeneca nel prevenire Covid-19 superano i rischi di effetti collaterali».

Il cambio di rotta del ministero ha lasciato perplessi i presidenti delle Regioni, che nella tarda serata di ieri hanno manifestato il proprio stupore al Governo: «Prima ci avete detto che AstraZeneca non poteva essere somministrato agli anziani. Poi che andava bene per tutti. Ora ci dite non può essere iniettato a chi ha meno di 60 anni… come pensate che possiamo spiegare tutto questo ai nostri cittadini?», hanno chiesto i governatori.

Il Governo, però, invita a guardare il lato positivo di questa vicenda: somministrando AstraZeneca agli over 60, la campagna vaccinale degli anziani si completerà in tempi più stretti. Ciò non toglie, però, che ora c’è un nuovo nemico da combattere: la paura. La popolazione mostra diffidenza nei confronti di un vaccino sul quale sono arrivate delle indicazioni contraddittorie in poche settimane: prima consigliato per una fascia di età, poi sospeso per gli effetti collaterali, quindi riammesso e, poi, di nuovo sospeso e ora raccomandato per i più anziani. In alcune Regioni, soprattutto del Sud, la percentuale di rifiuto del vaccino sfiora il 40%. E qualche governatore – il leghista Luca Zaia – non si stupisce più di tanto: «Con queste raccomandazioni – prevede il presidente del Veneto – non ci sarà mai nessun medico che si prenderà la responsabilità di vaccinare un 50enne con AstraZeneca».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Abbiamo prenotato il vaccino domiciliare per invalido al 100×110 e per chi l’assiste,77 anni lui e 73 lei.Al telefono ci hanno confermato Astrazeneca,ma la paura di questo vaccino è cos’ tanta che rinunceremo sicuramente.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube