HOME Articoli

Lo sai che? Matrimonio in Italia, divorzio all’estero: possibile?

Lo sai che? Pubblicato il 20 marzo 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 marzo 2014

Non è efficace in Italia la separazione dal matrimonio pronunciata all’estero, se le nozze sono state contratte nel nostro Paese.

Non è possibile il divorzio all’estero dei coniugi residenti in Italia, cittadini italiani, se il matrimonio è stato celebrato in Italia.

A dirlo è una recente sentenza della Cassazione [1] che ha ritenuto inefficace, nel nostro Paese, la pronuncia di divorzio ottenuta, da una coppia di coniugi, da un tribunale di Santo Domingo. Non rileva il fatto che la scelta di sciogliere il vincolo coniugale sia stata adottata dai due coniugi di comune accordo.

Per i residenti in Italia, cittadini italiani e uniti in matrimonio civile in Italia non vi è altra strada che accedere ai tribunali italiani: si tratta infatti di un vincolo, quello della giurisdizione “tricolore”, che non può essere modificato neanche su accordo delle parti, in quanto le questioni sullo “stato” delle persone (quindi, anche quello di coniugio) sono inderogabili.

Di conseguenza la legge applicabile allo scioglimento del matrimonio, in queste ipotesi, è quella italiana, in quanto legge nazionale comune dei coniugi.

Del resto, i “pacchetti” che oggi si vendono per i divorzio low cost e veloci in Spagna, Olanda e Romania per cittadini italiani prevedono, comunque, un breve periodo di trasferimento del domicilio (leggi l’articolo: “Divorzio low cost all’estero e a basso costo”).

Divorzio all’estero dunque respinto dalle autorità italiane: la procedura è tutta da rifare e, per il nostro Stato, la coppia continua a considerarsi come sposata. L’ufficiale di stato civile può, quindi, legittimamente respingere la richiesta di trascrizione della sentenza straniera di divorzio.

note

[1] Cass. sent. n. 5710/14 del 12.03.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI