HOME Articoli

Lo sai che? Notifica: differenza tra irreperibilità assoluta e relativa

Lo sai che? Pubblicato il 17 marzo 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 17 marzo 2014

Nel caso in cui l’ufficiale giudiziario non trovi il destinatario della notifica, è diversa la disciplina a seconda che questi sia solo momentaneamente assente oppure del tutto sconosciuto all’indirizzo: nel primo caso c’è l’obbligo di informare il destinatario, con una raccomandata informativa dell’avvenuto deposito, nella casa comunale, dell’atto da notificare; nel secondo caso, invece, tale obbligo non sussiste.

L’irreperibilità relativa si ha quando sono conosciuti la residenza e l’indirizzo del destinatario ma non è stato possibile eseguire la consegna dell’atto perché:

a) il destinatario (o altro possibile consegnatario, come il familiare convivente o il portiere) non è stato trovato in tale indirizzo (da dove tuttavia non risulta trasferito)

b) oppure per incapacità o per rifiuto delle persone a ricevere l’atto.

In tal caso, l’ufficiale giudiziario deposita la copia nella casa del Comune dove la notificazione deve eseguirsi, affigge avviso del deposito in busta chiusa e sigillata alla porta dell’abitazione o dell’ufficio o dell’azienda del destinatario e gliene dà notizia per raccomandata con avviso di ricevimento.

L’irreperibilità assoluta si verifica, invece, quando l’ufficiale giudiziario non riesce a reperire il contribuente che, dalle notizie acquisite all’atto della notifica, risulta trasferito in luogo sconosciuto, o quando nel Comune in cui va eseguita la notifica, non c’è abitazione, ufficio o azienda del contribuente.

In tal caso la notifica si perfeziona con l’affissione all’albo comunale in busta sigillata dell’avviso di accertamento senza necessità della raccomandata informativa nei confronti del destinatario (che, del resto, attesa la sua irreperibilità totale, non potrebbe comunque essere compiuta).

Nel caso di irreperibilità assoluta, la notificazione – ai fini della decorrenza del termine per proporre eventuali impugnazioni contro l’atto – si ha per eseguita nell’ottavo giorno successivo a quello di affissione.

Il regime è identico per quanto riguarda le cartelle esattoriali di Equitalia, per le quali rinviamo a un precedente articolo che descrive il procedimento a seguito della sentenza della Corte Costituzionale del 2012: “Cartella di pagamento: sulla notifica per irreperibilità interviene la Corte Costituzionale”.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Dubbi sulla data di decorrenza della notifica per irreperibilità relativa:
    per la irreperibilità assoluta, nulla questio, la notifica si ha per eseguita nell’ottavo giorno successivo a quello di affissione.
    per la irreperibilità relativa la notifica si ha per eseguita sempre all’ottavo giorno successivo a quello dell’affissione oppure dall’invio della raccomandata oppure dalla consegna della raccomandata oppure dalla restituzione della raccomandata per compiuta giacenza?

  2. (preciazione), avete già spiegato che (per irreperibilità relativa) la notifica si ha per eseguita alla data della consegna della raccomandata oppure dieci giorni dopo la spedizione della stessa. credo che sarebbe stato opportuno inserire l’indicazione nel testo.

  3. a me anno levato residenza anagrafica senza essere venuti o meglio stavo in vacanza le prime due volte che non mi anno trovato .poi mi sono presentata dai vigili accertato che sono una persona vera mi dicevano che il procedimento si era bloccato invece stando un anno a casa in quanto avevo mamma allettata e sorella ivalida mi anno levato la residenza anagrafica senza venire a fare accertamenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI