Diritto e Fisco | Articoli

Incidenti stradali: risarcimento dell’auto limitato al solo valore di mercato

18 marzo 2014


Incidenti stradali: risarcimento dell’auto limitato al solo valore di mercato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 marzo 2014



Quando il costo delle riparazioni superi notevolmente il valore di mercato che l’auto aveva prima del sinistro, il risarcimento non potrà superare tale valore: vale il principio dell’economicità.

In caso di incidente stradale, l’assicurazione è tenuta a risarcire il danno subìto dal proprio assicurato, ma con un limite invalicabile: quando il costo delle riparazioni superi notevolmente il valore di mercato che il veicolo aveva al momento del sinistro, il risarcimento non potrà superare tale valore commerciale. Ciò anche nel caso in cui il mezzo sia orami inutilizzabile e debba essere rottamato.

Lo ha sancito la Cassazione in una recente sentenza [1] che, in verità, segue un filone ormai abbastanza costante in giurisprudenza.

Se per riparare il mezzo incidentato – dice la Suprema Corte – è necessaria una somma molto più elevata rispetto allo stesso valore commerciale del veicolo, il risarcimento dovuto dall’assicurazione si determinerà calcolando la differenza di valore che aveva l’auto prima e dopo il sinistro. Ogni altra richiesta dell’assicurato non potrà essere accolta. Diversamente, infatti, essa si presenterebbe come un indebito vantaggio per il danneggiato che, così facendo, potrebbe ottenere un rimborso superiore al valore stesso del veicolo usato nel momento in cui è avvenuto il sinistro.

Ovviamente, tale vincolo riguarda solo i danni materiali, ossia quelli riportati dall’automobile. Non vi saranno, invece, limiti per i danni alla persona, salva ovviamente la prova che di essi dovrà essere fornita in causa.

In definitiva, poiché il veicolo ha un valore di mercato nel momento in cui si verifica l’incidente, il costo delle riparazioni non può superare questo valore.

note

[1] Cass. sent. n. 6195 del 18.03.14.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. oppure l’assicurazione gli trova un mezzo nelle stesse condizioni se non ci riesce il valore del mezzo sara sicuramente piu alto , praticamente sara impossibile velutare il vero valore.

  2. al valore di mercato, cioè quello che il danneggiato dovrebbe PAGARE per avere un veicolo identico al suo (cosa praticamente impossibile), si devono aggiungere le spese accessorie (radiazione vecchio veicolo, demolizione dello stesso, immatricolazione o passaggio di proprietà per il nuovo mezzo) e il FRAM (Fermo Reperimento Analogo Mezzo) il totale di queste voci ammonta a circa €. 1.000,00 (dipende dal luogo); quindi nel valutare la economicità delle riparazioni si deve fare riferimento al valore di mercato piuù le spese accessorie. E solo nel caso l’importo della riparazioni superi di oltre il 30 / 35 % di tale cifra si potrà parlare di antieconomicità della riparazione. OVVIAMENTE TUTTO QUESTO SE IL MEZZO VIENE EFFETTIVAMENTE RIPARATO, in caso contrario il valore liquidabile sarà soltanto quello commerciale + le spese accessorie sopra descritte. (con questo orientamento ci sono diverse sentenze di cassazione).

  3. tutto ciò non ha senso poi che il veicolo in questione paga l’assicurazione in base alle regole di mercato e non del valore del veicolo stesso.
    E se come me ,tutti presentassero le relative fatture di riparazione e volendo ,le relative foto, perchè l’assicurazione non deve pagare i danni.
    questo sta a significare che il nostro paese non è in grado di rispettare l’onesto cittadino in regola ma chi riesce a speculare di più con i soldi del popolo.
    Mi vergogno di vivere in Italia quando vedo che in altri paesi le regole sono a misura del cittadino e non a favore delle compagnie d’assicurazione.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI