Diritto e Fisco | Articoli

Legge 104: cosa si può comprare?

15 Agosto 2021 | Autore:
Legge 104: cosa si può comprare?

Auto, prodotti editoriali, cani guida, computer, cellulari, cucine, poltrone: tutto ciò che beneficia di detrazione e Iva agevolata per i disabili.

La legge 104/1992 consente alle persone con disabilità grave di usufruire di detrazioni ed agevolazioni Iva sull’acquisto di alcuni beni destinati a migliorare la loro mobilità e la loro capacità di comunicazione. Ma grazie alla legge 104, cosa si può comprare? Si va dall’auto attrezzata alla guida o al trasporto dei portatori di handicap ai mezzi di ausilio come poltrone per persone non autosufficienti, dagli strumenti tecnologici (pc, cellulari, tablet) agli elementi della cucina che consentono ai disabili di controllare l’ambiente o al cane guida per i non vedenti.

In determinate circostanze, il beneficio è usufruibile dal familiare che ha il disabile fiscalmente a carico.

Ecco, dunque, in questa guida cosa si può comprare grazie alla legge 104 con le relative agevolazioni.

Comprare un’auto con la legge 104

Tra i principali settori che beneficiano della legge 104/92 c’è quello dell’auto. L’agevolazione consiste nella possibilità di comprare un veicolo nuovo o usato con l’Iva al 4% e con la detrazione fiscale del 19%, purché l’auto sia utilizzata, in via esclusiva o prevalente, a beneficio dei disabili.

Chi ne ha diritto

Possono usufruire delle agevolazioni per l’acquisto di un’auto le persone:

  • non vedenti, ovvero colpite da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore a 1/10 a entrambi gli occhi con eventuale correzione;
  • sorde, ovvero «minorate all’udito affette da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva»;
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento;
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie. Per questa categoria, il diritto alle agevolazioni è condizionato all’adattamento del veicolo.

Se il portatore di handicap è fiscalmente a carico di un suo familiare, cioè se ha un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro o a 4.000 euro per i figli di età non superiore a 24 anni, può beneficiare delle agevolazioni lo stesso familiare che ha sostenuto la spesa nell’interesse del disabile.

Il diritto alle agevolazioni è vincolato ai verbali di invalidità o di handicap rilasciati dalle autorità sanitarie competenti.

I veicoli agevolati

Si possono comprare con la legge 104:

  • autovetture: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo nove posti, compreso quello del conducente;
  • autoveicoli per il trasporto promiscuo: veicoli aventi una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate (o a 4,5 tonnellate, se a trazione elettrica o a batteria), destinati al trasporto di cose o di persone e capaci di contenere al massimo nove posti, compreso quello del conducente;
  • autoveicoli specifici: veicoli destinati al trasporto di determinate cose o di persone per trasporti in particolari condizioni, caratterizzati dall’essere muniti permanentemente di speciali attrezzature relative a tale scopo;
  • autocaravan: veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all’alloggio di 7 persone al massimo, compreso il conducente. Possono beneficiare solo della detrazione del 19%;
  • motocarrozzette: veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone, capaci di contenere al massimo 4 posti, compreso quello del conducente, ed equipaggiati di idonea carrozzeria;
  • motoveicoli per trasporto promiscuo: veicoli a tre ruote destinati al trasporto di persone e cose, capaci di contenere al massimo quattro posti, compreso quello del conducente;
  • motoveicoli per trasporti specifici: veicoli a tre ruote destinati al trasporto di determinate cose o di persone in particolari condizioni e caratterizzati dall’essere muniti permanentemente di speciali attrezzature relative a tale scopo.

La detrazione del 19%

Chi ha bisogno di comprare un’auto con la legge 104 ha diritto ad una detrazione Irpef del 19% del costo sostenuto per l’acquisto del mezzo di locomozione su una spesa massima di 18.075,99 euro, escluse le ulteriori spese per gli interventi di adattamento necessari a consentire l’utilizzo del mezzo.

È importante precisare che la detrazione spetta una sola volta, vale a dire per un solo veicolo, nel corso di un quadriennio dalla data di acquisto. Si può riavere la detrazione nell’arco di quel periodo di tempo solo se il veicolo acquistato ed agevolato viene cancellato dal Pra (Pubblico registro automobilistico) perché destinato alla rottamazione.

In caso di furto, la detrazione del 19% per il nuovo mezzo riacquistato entro il quadriennio spetta al netto dell’eventuale rimborso assicurativo. Resta il massimo di spesa sopra indicato.

Il beneficio può essere fruito per intero nel periodo d’imposta in cui il veicolo è stato acquistato o, in alternativa, in quattro quote annuali di pari importo.

In caso di decesso del titolare, l’erede deve presentare la dichiarazione dei redditi del disabile deceduto per detrarre in un’unica soluzione le rate residue.

La detrazione è valida anche per le spese di riparazione del veicolo, ad esclusione dei costi di manutenzione ordinaria (olio, filtri, benzina o gasolio, ecc.). Attenzione, però: queste spese sono detraibili solo se sostenute entro quattro anni dalla data di acquisto dell’auto e vanno riportate nella dichiarazione dei redditi.

L’Iva agevolata

Altro vantaggio di comprare l’auto con la legge 104 è quello di poter applicare l’Iva agevolata al 4% anziché al 22%. L’acquisto (o la richiesta di adattamento del veicolo) deve essere effettuato direttamente dal disabile o dal familiare di cui egli è fiscalmente a carico.

Il beneficio si ottiene sull’acquisto di un veicolo nuovo o usato con cilindrata fino a:

  • 2.000 centimetri cubici, se con motore a benzina o ibrido;
  • 2.800 centimetri cubici, se con motore diesel o ibrido.

La potenza non deve essere superiore a 150 kW se con motore elettrico.

L’Iva ridotta al 4% si applica anche per:

  • l’acquisto contestuale di optional;
  • le prestazioni di adattamento di veicoli non adattati, già posseduti dal disabile (e anche se superiori ai citati limiti di cilindrata);
  • le cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l’adattamento;
  • la riparazione di adattamenti realizzati sulle autovetture delle persone con disabilità e le cessioni dei ricambi relativi agli stessi adattamenti.

L’Iva al 4% per comprare un’auto con la legge 104 viene riconosciuta, senza limiti di valore, una sola volta nel corso del quadriennio dalla data di acquisto, tranne in caso di furto. È possibile riottenere il beneficio, per acquisti entro il quadriennio, solo se il primo veicolo beneficiato è stato cancellato dal Pra, perché destinato alla rottamazione.

L’erede può cedere il veicolo ricevuto dalla persona disabile anche prima dei due anni dall’acquisto con Iva al 4%, senza che questo comporti l’obbligo di dover versare la differenza d’imposta.

L’agevolazione è prevista anche per l’acquisto del veicolo in leasing, a condizione, però, che il contratto sia di tipo traslativo: occorre, cioè, che emerga la volontà delle parti di trasferire all’utilizzatore la proprietà del veicolo mediante il riscatto al termine della durata della locazione finanziaria.

Comprare mezzi di ausilio con la legge 104

Chi ha una disabilità grave (o il familiare da cui dipende dal punto di vista fiscale) può comprare con la legge 104 alcuni mezzi di ausilio per agevolare la mobilità.

La detrazione fiscale del 19%

In questo caso, si parla di una detrazione Irpef del 19% per l’acquisto di:

  • poltrone per inabili e minorati non deambulanti;
  • apparecchi per il contenimento di fratture, ernie e per la correzione dei difetti della colonna vertebrale;
  • arti artificiali per la deambulazione;
  • sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l’autosufficienza e le possibilità di integrazione dei portatori di handicap: fax, modem, computer, telefono a viva voce, touch screen, tastiera espansa, cellulari per sordomuti, abbonamento al servizio di soccorso rapido telefonico;
  • cucine, limitatamente alle componenti dotate di dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche che facilitano il controllo dell’ambiente da parte dei disabili, specificamente descritte in fattura con l’indicazione di dette caratteristiche;
  • mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione e al sollevamento dei disabili;
  • biciclette elettriche a pedalata assistita, da parte di soggetti con ridotte o impedite capacità motorie permanenti. È necessario che il disabile produca, oltre alla certificazione di invalidità o di handicap rilasciata dalla commissione medica pubblica competente, la certificazione del medico specialista dell’Asl che attesti il collegamento funzionale tra la bicicletta con motore elettrico ausiliario e la menomazione;
  • servizi di interpretariato sostenute dai sordi (riconosciuti tali in base alla legge n. 381 del 26 maggio 1970) è prevista la detrazione del 19%, sull’intero costo sostenuto, purché si possiedano le certificazioni fiscali rilasciate dai fornitori dei servizi di interpretariato.

L’Iva agevolata al 4%

Anche per l’acquisto di alcuni mezzi di ausilio viene applicata l’Iva agevolata al 4% anziché quella ordinaria al 22%. In particolare, si può comprare con la legge 104 e con l’Iva ridotta:

  • servoscala e altri mezzi simili che consentono il superamento di barriere architettoniche (tra questi, anche le piattaforme elevatrici, se possiedono le specificità tecniche che le rendono idonee a garantire la mobilità dei disabili con ridotte o impedite capacità motorie);
  • protesi e ausili per menomazioni di tipo funzionale permanenti;
  • protesi dentarie, apparecchi di ortopedia e di oculistica;
  • apparecchi per facilitare l’audizione ai sordi;
  • poltrone e veicoli simili, per inabili e minorati non deambulanti, anche con motore o altro meccanismo di propulsione;
  • prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto aventi ad oggetto la realizzazione delle opere per il superamento o l’eliminazione delle barriere architettoniche;
  • apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilità sia appositamente fabbricati: fax, modem, computer, telefono a viva voce, cellulari, ecc.

Comprare il cane guida con la legge 104

I non vedenti hanno la possibilità di comprare il cane guida con la legge 104 beneficiando della detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per l’acquisto. L’agevolazione fiscale spetta una sola volta in un periodo di quattro anni, salvo i casi di perdita dell’animale, ed è fruibile sia dal disabile sia dal familiare di cui il non vedente è fiscalmente a carico. Può essere utilizzata, a scelta del contribuente, in unica soluzione o in quattro quote annuali di pari importo.

È detraibile anche il mantenimento del cane senza documentare l’ammontare effettivo della spesa. Si arriva, però, ad una detrazione forfettaria di 1.000 euro su un tetto massimo di spesa di 290mila euro.

Comprare prodotti editoriali con la legge 104

La legge 104 concede, infine, la possibilità di comprare dei prodotti editoriali destinati a non vedenti o ipovedenti con l’Iva agevolata al 4%, anche se non acquistati direttamente da loro. Si parla di giornali e notiziari, quotidiani, libri, periodici, ad esclusione dei giornali e dei periodici pornografici e dei cataloghi diversi da quelli di informazione libraria, realizzati sia in scrittura braille sia su supporti audio magnetici.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube