Posso farmi accompagnare fuori Regione da un’altra persona

19 Aprile 2021
Posso farmi accompagnare fuori Regione da un’altra persona

Restrizioni Covid: è prevista la possibilità di un accompagnatore, parente o amico, per raggiungere un altro Comune o un’altra Regione. L’autocertificazione e tutto ciò che c’è da sapere. 

In molti, nel corso della pandemia, si sono chiesti: posso accompagnare un mio amico fuori Regione perché deve sbrigare delle questioni di lavoro? Posso farmi accompagnare fuori Regione da un parente perché devo sottopormi a una visita medica? 

Farsi accompagnare in macchina fuori dal Comune o dalla Regione è possibile nonostante la stretta agli spostamenti? 

Che succede se un familiare o un amico ha bisogno di essere accompagnato fuori regione per motivi di necessità, lavoro o salute? 

Le Faq del Governo precisano che farsi accompagnare in auto è possibile, anche se le persone a bordo non sono conviventi, ma solo se colui che si deve spostare: 

  • non ha un proprio mezzo o non ha la patente;  
  • non è autosufficiente, magari perché è un disabile;
  • ha un altro tipo di impedimento che va ovviamente motivato e giustificato.

Solo in questi tre casi quindi è possibile avvalersi di un accompagnatore, ad esempio nell’ipotesi di visite mediche fuori dalla Regione, per chi deve raggiungere l’aeroporto o spostarsi per comprovate esigenze lavorative.

Insomma, avete capito bene: anche se la scusa può sembrare abbastanza ricorrente e, in questo modo, si può consentire a un amico a scelta di superare le restrizioni, la regola è questa: in zona gialla, arancione e rossa è consentito farsi accompagnare per raggiungere una Regione o un Comune diverso da quello di residenza o domicilio. Naturalmente, lo spostamento deve sempre essere giustificato da: 

  • motivi di salute;
  • lavoro/studio;
  • casi di necessità ed urgenza.

Così, ad esempio, se la vostra ragazza non ha la patente o semplicemente l’auto, e non siete conviventi, la potete accompagnare fuori Regione o fuori Comune. E lo stesso potete fare con un amico o un familiare. 

Naturalmente, la persona che accompagnate dovrà motivare lo spostamento con un’autocertificazione, obbligatoria per entrambi, la cui veridicità è oggetto di controlli successivi. Qui occorre indicare l’indirizzo di partenza e destinazione e la ragione dello spostamento. 

Quindi, se la persona che si deve spostare non ha un valido motivo, decade anche la giustificazione del suo accompagnatore e, in questo caso, la sanzione scatta per entrambi.

Un altro interrogativo comune è: posso farmi accompagnare in aeroporto?

Il Governo ha precisato che non sono vietati gli spostamenti tra Regioni se finalizzati a raggiungere l’aeroporto, la stazione ferroviaria o il porto in vista di un viaggio in Italia (se motivato) o all’estero.

Resta quindi la possibilità di farsi accompagnare in auto da amici, congiunti o parenti conviventi muniti di autocertificazione.

Vediamo ora da chi possiamo farci accompagnare.

L’accompagnatore dovrebbe essere preferibilmente un familiare convivente oppure «una persona incaricata di tale trasporto da e verso la propria abitazione anche tenuto conto dell’esigenza di limitare quanto più possibile l’utilizzo di mezzi pubblici», recitano le Faq del Governo.

Se non è possibile farsi accompagnare da un convivente, si può chiedere ad un amico, congiunto o altro parente, ma in questo caso durante il tragitto è obbligatorio indossare la mascherina e rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro all’interno del veicolo. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube