Climatizzatori e impianti termici: i nuovi modelli del libretto di impianto

20 marzo 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 20 marzo 2014



Dall’1 giugno 2014, gli impianti termici devono essere muniti di un nuovo libretto di impianto.

 

Al via i nuovi modelli per il libretto di impianto per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per il rapporto di efficienza energetica. A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici dovranno essere muniti del nuovo libretto, da utilizzare anche per i controlli di efficienza energetica. I nuovi modelli, completi di note di istruzione e compilazione, sono stati disposti dal Ministero per lo Sviluppo Economico con apposito provvedimento [1].

 

I nuovi modelli di libretto consentiranno di contenere i consumi di energia negli edifici mediante l’incremento del numero di impianti da sottoporre a verifica e la possibilità di avere un quadro sempre aggiornato sugli impianti e la climatizzazione invernale ed estiva.

Il libretto per gli impianti di climatizzazione invernale e/o estiva è disponibile:

a) in forma cartacea: viene conservato dal responsabile dell’impianto, che ne cura personalmente l’aggiornamento o lo mette a disposizione degli operatori di volta in volta interessati;

b) in forma elettronica ossia in formato pdf o elettronico, editabile ai fini della sua compilazione e aggiornamento in forma elettronica. In questo  caso,  copia  conforme  del  file, stampata su carta, deve essere resa disponibile in sede di ispezione da parte dell’autorità competente.

Il libretto di impianto è obbligatorio per tutti gli impianti di climatizzazione invernale e/o estiva, indipendentemente dalla loro potenza termica, sia esistenti che di nuova installazione.

Se un edificio è servito da due impianti distinti, uno per la climatizzazione invernale e uno per la climatizzazione estiva, che in comune hanno soltanto il sistema di rilevazione delle temperature nei locali riscaldati e raffreddati, sono necessari due libretti di impianto distinti; in tutti gli altri casi, è sufficiente avere un solo libretto di impianto.

 

note

 

[1] Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 10.02.2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 5.03.2014 n. 55, serie generale.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI