Diritto e Fisco | Articoli

Chiusura partita IVA: la dichiarazione dei redditi va presentata?

22 Aprile 2021
Chiusura partita IVA: la dichiarazione dei redditi va presentata?

Partita Iva inattiva: necessaria la dichiarazione dei redditi anche nel caso in cui non si siano conseguiti i redditi nell’anno di imposta? 

Un nostro lettore ha chiuso la partita Iva alcuni anni fa, esonerando nel contempo il commercialista da ogni incarico. Non ha così provveduto all’invio della dichiarazione  dei redditi, ritenendo che, con una partita Iva inattiva, non vi fosse più alcun obbligo fiscale. Oggi, gli è stato notificato un avviso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate con cui gli vengono irrogate le sanzioni per l’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi. Ci chiede pertanto se sia legittimo l’operato dell’Amministrazione finanziaria e se sia possibile presentare ricorso alla Commissione Tributaria. In caso di chiusura della partita Iva la dichiarazione dei redditi va presentata anche da chi ha conseguito redditi pari a zero? Ecco qual è il corretto comportamento da tenere in tali ipotesi. 

Quando c’è l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi

Ai sensi dell’articolo 1 del Tuir (Testo unico imposte sui redditi, ossia il Dar 600/1973) «ogni soggetto deve dichiarare annualmente i redditi posseduti anche se non ne consegue alcun debito d’imposta» ossia anche nel caso in cui non abbiano conseguito alcun reddito. Quindi, stando al disposto della legge, in presenza di utili pari a zero è comunque necessario presentare la dichiarazione dei redditi. 

Lo stesso viene confermato dalle istruzioni ministeriali contenute nel Modello Redditi PF che va compilato annualmente. 

A prescindere dall’esistenza di una partita Iva, la dichiarazione dei redditi va comunque presentata: il fatto di avere la partita iva è legato all’attività d’impresa o professionale eventualmente svolta in forma continuativa. Anche chi non ha la partita Iva quindi deve presentare la dichiarazione.

Non esiste un esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi neanche per chi ha ormai chiuso la partita Iva. E ciò vale sia per i professionisti, che per gli altri lavoratori autonomi, per le ditte individuali e le società.

La circostanza che il contribuente non debba adempiere agli obblighi civilistici connessi alla redazione del bilancio non costituisce una esimente dagli obblighi dichiarativi ai fini fiscali. 

Chiusura partita Iva e obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi

In generale, la cessazione della partita Iva non esime dall’inviare all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione dei redditi. 

L’obbligo di prestazione della dichiarazione dei redditi cessa solo:

  • per le società e tutti coloro che sono tenuti alle scritture contabili, a seguito della predisposizione del bilancio finale e con la conseguente estinzione della società stessa. Quindi, anche se la partita Iva viene chiusa e non viene prodotto alcun reddito, è necessario comunque presentare la dichiarazione dei redditi. Si specifica infine che, se il bilancio annuale di liquidazione non è depositato per tre anni consecutivi, la società viene cancellata d’ufficio ex articolo 2490 del Codice civile;
  • per gli altri soggetti non obbligati alla redazione delle scritture contabili (ad esempio, il professionista) se, nell’anno d’imposta oggetto della dichiarazione stessa, ha posseduto redditi per i quali è dovuta un’imposta non superiore ad euro 10,33. In questo caso, quindi, qualora il reddito sia inferiore a tale soglia, non c’è più obbligo dichiarativo a prescindere dalla chiusura della partita Iva. 


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube