Diritto e Fisco | Articoli

Testamento con mano guidata validità

17 Agosto 2021 | Autore:
Testamento con mano guidata validità

Le ultime volontà devono essere scritte dall’autore, senza l’aiuto di un’altra persona.

Non è raro che un anziano genitore desideri destinare e dividere il proprio patrimonio per quando non ci sarà più. Il motivo potrebbe essere dovuto alla volontà di favorire il parente che lo ha sempre assistito. Purtroppo, però, si trova allettato, ha difficoltà a stare eretto e gli acciacchi dell’età gli impediscono, persino, di scrivere agevolmente e senza tremare. Per questo motivo chiede ad un terzo di aiutarlo nella scrittura, sorreggendogli la mano e, inoltre, guidandolo all’occorrenza, per ottenere una grafia sufficientemente comprensibile. Terminato l’atto, però, si domanda se il testamento, redatto con la mano guidata, abbia validità o meno.

Il timore che emerge dalle considerazioni precedenti, in effetti, non è infondato. La legge e la giurisprudenza prevalente sono, infatti, molto rigorose nel valutare la legittimità di un documento contenente le ultime volontà di una persona. Si deve trattare di un testamento del tutto autografo nella scrittura e nella firma. Perciò, ad esempio, un erede estromesso, anche parzialmente, da un atto del proprio genitore, sulla cui necessaria autografia ci sono dei dubbi, potrebbe opportunamente impugnarlo. Vediamo, pertanto, come e perché è possibile contestare la successione ereditaria in questo caso.

Testamento olografo: requisiti

L’anziano genitore, che intende disporre del proprio patrimonio, può farlo con un classico testamento olografo. In termini più semplici, si tratta di un atto scritto di proprio pugno dal testatore, anche su un foglio di carta come tanti. In questa circostanza, non è consentito battere a macchina oppure preparare un file sul computer e, successivamente, stamparlo. L’autore delle ultime volontà deve scrivere a penna il contenuto del testamento, per poi apporre la data e la firma. Non è nemmeno permesso dettare le disposizioni ad un terzo, chiamato, poi, a mettere su carta quanto ascoltato.

Se il testatore vuole affidare ad altri la redazione della cosiddetta scheda testamentaria, non può rivolgersi ad un figlio o al coniuge, tanto per fare degli esempi, ma deve incaricare un notaio. È questo, infatti, l’unico soggetto che, secondo la legge, è autorizzato a raccogliere, validamente, le ultime volontà di una persona. In tal caso, il documento prodotto sarà denominato testamento pubblico. Ad ogni modo, se desideri approfondire questo argomento, leggi l’articolo “Il testamento olografo non ha una scadenza“.

Testamento: cosa significa guidare la mano?

La mano tremante o la difficoltà a mantenere eretto il busto ed il braccio per poter scrivere un documento di proprio pugno sono, evidentemente, legate alle patologie dell’età o ad altre disfunzioni. In tali circostanze, il testatore, anche se pienamente capace d’intendere e di volere, non è nelle condizioni di redigere un testamento con la penna. Pertanto, il testatore potrebbe rivolgersi ad una persona fidata per farsi aiutare nella scrittura delle proprie ultime volontà. Si tratta, quindi, di capire se tale circostanza è ininfluente sulla validità dell’atto, soprattutto se c’è piena corrispondenza tra le disposizioni scritte nel documento e la reale volontà del testatore.

Testamento: guidare la mano è possibile?

Non è lecito sorreggere la mano dell’artefice del testamento oppure guidarla nella formazione concreta del documento. Ovviamente, non si tratta di una responsabilità penale, ma semplicemente di una circostanza che inficia di validità l’atto. A chiarire questa conclusione, come sovente accade, è la Suprema Corte di Cassazione [1].

Gli Ermellini hanno precisato che, per fare testamento, non si può ricorrere ad un’altra persona che sostiene o guida la propria mano. In tal caso, viene a mancare l’indispensabile requisito dell’autografia del documento. Pertanto, si tratta di un atto nullo impugnabile da chiunque ne abbia interesse, anche se si dovesse dimostrare che il contenuto dell’atto corrispondeva integralmente alla reale volontà del suo autore.

Testamento con mano guidata: impugnazione

Se sei interessato ad impugnare un testamento olografo, redatto dal defunto con l’aiuto materiale di una terza persona, il primo passaggio che devi compiere è quello di tentare la mediazione. Devi, quindi, rivolgerti ad un legale e con l’ausilio del medesimo, attraverso un organismo di conciliazione, avviare una procedura diretta a trovare un accordo amichevole con gli altri eredi. Se questo procedimento stragiudiziale dovesse rivelarsi infruttuoso, purtroppo l’azione legale sarà inevitabile. In questa causa, oltre a dover emergere l’incapacità fisica dell’autore nello scrivere l’atto da solo, svolgerà un ruolo determinante il consulente tecnico d’ufficio (ctu). Questi, infatti, avrà il compito materiale di esaminare il testamento.

In particolare, il ctu comparerà il documento con gli altri scritti dell’autore e ne valuterà la conformità in merito alla grafia. Per questa ragione, prima di avviare un contenzioso, procurati dei documenti redatti dall’artefice del testamento. In questo modo, sarà più semplice dimostrare che lo stesso è stato realizzato con l’aiuto illegittimo di un altro individuo.


note

[1] Cass. civ. sent. n. 30953/2017


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube