Diritto e Fisco | Articoli

La siepe non può essere abusiva anche senza permesso

24 Marzo 2014


La siepe non può essere abusiva anche senza permesso

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 Marzo 2014



Anche senza autorizzazione, si può piantare la siepe come recinzione di casa poiché ha solo fini ornamentali.

Non c’è bisogno di autorizzazioni e di titolo abitativo per piantare una siepe di recinzione attorno alla casa: questo perché, se tali piante non hanno robustezza e continuità paragonabili a quelle di un cancello, la loro funzione è solo ornamentale. Al contrario, il diverso scopo di reti o cancelli (siano essi di legno o di metallo) è quello di delimitare la proprietà e per essi sono necessari i permessi amministrativi.

La conseguenza è che non è possibile intimare al proprietario della siepe la demolizione della stessa.

È questa la conclusione cui è approdato il Tar Lazio in una sentenza di pochi giorni fa [1].

In generale, al di là del materiale utilizzato, una recinzione senza permesso (totale o parziale) non è consentita: ma, continua il Tar laziale, la semplice piantumazione di siepi non può essere equiparata alle normali recinzioni, poiché essa ha una finalità prevalentemente ornamentale rispetto, invece, a quella delimitatoria della proprietà tipica di cancelli, inferriate, reti metalliche o plastificate.

In tali casi la siepe è legittima, e non se ne può ordinare la demolizione, se manca la preventiva acquisizione di titoli abilitativi.

Al contrario, la recinzione di siepi potrebbe richiedere le autorizzazioni solo in due casi:

 

a) quando venga accompagnata dalla apposizione di ulteriori strutture di recinzione e di separazione del terreno o della proprietà;

b) nel caso in cui le siepi siano, in realtà, costituite da arbusti di robustezza e continuità tali da essere assimilabili a una vera e propria recinzione di materiale (ligneo o metallico).

note

[1] Tar Lazio, sent. n. 3134 del 21.03.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI