Diritto e Fisco | Articoli

Cosa fare in caso di incidente stradale senza assicurazione?

27 Aprile 2021
Cosa fare in caso di incidente stradale senza assicurazione?

Chi paga nel caso in cui il responsabile non sia assicurato o, nel caso inverso, il danneggiato privo di polizza Rc-auto. 

Se fai un incidente ma non hai rinnovato l’assicurazione o se chi ti ha tamponato non era assicurato, avrai certamente bisogno di sapere chi risarcisce in questi casi. 

Il problema si pone sia quando la responsabilità è di chi è privo di Rc-auto, sia nel caso opposto quando il conducente non in regola con la polizza non ha colpe. 

Per sapere tuttavia cosa fare in caso di incidente stradale senza assicurazione è il caso di separare le due ipotesi. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questo delicato, ma purtroppo frequente, argomento. 

L’assicurazione auto è sempre obbligatoria?

L’auto in uso su una strada pubblica o privata aperta al pubblico (ad esempio, il cortile condominiale privo di cancelli, il parcheggio di un supermercato, lo spazio antistante un rifornimento di benzina, ecc.) deve essere sempre assicurata. Ciò vale sia nel caso in cui il mezzo sia in movimento che parcheggiato. Non si può quindi lasciare un veicolo ai margini della strada, accostato al marciapiedi, sprovvisto di assicurazione. 

Se la polizza non è stata rinnovata, è necessario custodire l’auto in uno spazio privato non accessibile a terzi come, ad esempio, il box o il garage. 

Incidente senza assicurazione: vengo risarcito?

Nel caso di un incidente stradale determinato dalla responsabilità di un automobilista munito di regolare polizza Rca, l’altro conducente che non sia assicurato ha comunque diritto al risarcimento. Egli però (in deroga alla normale procedura di indennizzo diretto) dovrà rivolgersi alla compagnia della controparte e non alla propria. 

La compagnia del responsabile del sinistro stradale non potrà quindi rifiutare l’indennizzo al conducente solo perché, al momento del sinistro, era privo di polizza Rc-auto. 

Responsabile dell’incidente senza assicurazione: chi mi risarcisce?

Nell’ipotesi inversa, ossia nel caso in cui l’automobilista responsabile dell’incidente sia sprovvisto di assicurazione, il danneggiato che voglia essere risarcito dovrà necessariamente rivolgersi al Fondo di Garanzia Vittime della Strada gestito da Consap. Allo stesso Fondo ci si può rivolgere anche nel caso in cui il responsabile del sinistro sia scappato subito dopo l’urto non lasciando i dati della propria polizza; in tale ipotesi però – che non necessita di previa denuncia alle autorità – bisognerà comunque dimostrare al Fondo di essersi trovati nella situazione di non poter prendere gli estremi della targa del pirata.

La richiesta va inoltrata tramite raccomandata a/r o posta elettronica certificata (all’indirizzo richiestedirsarcimento@pec.consap.it), indicando il luogo, il tempo e le modalità dell’incidente stradale. Vanno poi allegati tutti i documenti richiesti come: copia del documento d’identità del richiedente, documentazione attestante i danni materiali e le lesioni fisiche, eventuali ulteriori documenti utili alla compagnia (ad esempio, le carte d’identità dei testimoni e dei passeggeri).

La richiesta va inoltrata non dopo 2 anni dal sinistro. 

Il Fondo di Garanzia nominerà poi una compagnia d’assicurazione che gestirà il sinistro, provvedendo ad effettuare tutte le indagini e le perizie del caso. 

Il Fondo di Garanzia copre sia i danni al veicolo che quelli fisici. All’esito del pagamento del danneggiato, il Fondo si rivale nei confronti del responsabile del sinistro.

Cosa rischia chi è senza assicurazione?

Chi viene trovato senza assicurazione rischia una multa da 849 a 3.396 euro, più la decurtazione di 5 punti dalla patente e il sequestro del veicolo.

La sanzione viene ridotta della metà se, entro 15 giorni, viene rinnovata la polizza o se, entro 30 giorni, l’auto viene demolita o radiata. 

Se l’illecito viene commesso per una seconda volta nell’arco di due anni, la multa passa da un minimo di 1.698 euro a un massimo di 6.792 euro, con la sospensione della patente da 1 a 2 mesi. 

Per ottenere il dissequestro dell’auto è necessario pagare la multa, versare il premio dell’assicurazione per almeno sei mesi e coprire le spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro. In caso contrario, il veicolo viene confiscato e la proprietà passa allo Stato che provvede a venderla o a demolirla.

Leggi “Cosa rischio senza assicurazione auto?“.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube