Diritto e Fisco | Articoli

Anche sotto processo penale il padre mantiene il diritto di vedere il figlio


Anche sotto processo penale il padre mantiene il diritto di vedere il figlio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 marzo 2014



Anche se processato per reati gravi ai danni del figlio, come nel caso di abusi, il genitore mantiene il diritto di visita per tutto l’arco del processo e fino, eventualmente, alla sentenza di condanna; resta salvo l’impiego delle più attente cautele durante gli incontri.

Il padre, su cui pende un procedimento penale, anche se per reati assai gravi come presunti abusi e violenze ai danni della prole, mantiene ugualmente – durante il decorso della causa – il diritto di visita sui figli, diritto che rimane fino al termine del processo in cui si deve accertare la sua responsabilità. Lo ha detto la Cassazione in una recente sentenza [1].

La Suprema Corte arriva a tale controversa conclusione sulla scorta di alcune motivazioni:

– intanto, la pendenza di un processo non implica già, di per sé, la colpevolezza dell’imputato: nel nostro ordinamento, infatti, vige la presunzione di innocenza fino a prova contraria e nessuno può essere considerato colpevole finché non viene emessa la sentenza;

– dall’altro lato, sospendere gli incontri tra genitore e figlio potrebbe pregiudicare irrimediabilmente i rapporti tra i due, compromettendo la serena crescita del minore senza la figura paterna, salvo – ovviamente – la prova che tali incontri possano invece rivelarsi più un danno che un beneficio per il figlio;

– in ogni caso, atteso che i provvedimenti in tema di visite dei genitori possono essere sempre modificati in base ai mutati accadimenti, nulla toglie che, in caso di sentenza di condanna del genitore, quest’ultimo potrebbe vedere revocato il proprio diritto di visita del minore.

È chiaro, comunque, che le visite devono avvenire con le più opportune precauzioni, per esempio alla presenza dei servizi sociali. Pertanto, sempre che sussista l’interesse per il minore alla ripresa dei rapporti col genitore indagato o processato, il diritto di visita del padre va realizzato con attente cautele, in modo protetto a mezzo di centro specializzato.

note

[1] Cass. 372/2014.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI